martedì 23 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Manifestazioni oppositrici causano congestione in capitale dell’Ecuador

Quito, 5 apr (Prensa Latina) Vie chiuse, pneumatici bruciati e congestione del traffico sono oggi alcune delle irregolarità nei viali centrici della capitale ecuadoriana per manifestazioni dell'opposizione ecuadoriana che si rifiuta di accettare la sua sconfitta nelle urne. 

 
Il caos generato dalle azioni, non molto pacifiche, di leader e seguaci del coalizione CREO-SUMA colpirono il transito molto presto nella mattinata, mentre le persone cercavano di arrivare ai centri di lavoro e di studio. Come ha potuto constatare Prensa Latina, i viali che circondano la sede del Consiglio Nazionale Elettorale, nel nord di Quito, sono alcune delle più danneggiate per il caos veicolare e come risultato degli imbottigliamenti, anche vie alterne soffrono di lunghe file di auto. 
 
“Io cercavo di arrivare a casa mia e mi interruppero il passo per chiedermi di suonare il mio clacson in appoggio alle loro proteste, fatto che considero un’aggressione ed una mancanza di rispetto contro i dati ufficiali che hanno comunicato ed il paese ha già un presidente eletto”, dichiarò una giovane che preferì omettere il suo nome. 
 
Il panorama di questa giornata si somma alla situazione esistente a Quito dalla chiusura delle urne nel secondo turno dei suffragi presidenziali, domenica alle 17:00 (ora locale). 
 
Contrario a quanto accaduto nel primo turno, quando la destra denunciava la votazione di morti e rottura della catena di custodia e sicurezza del materiale elettorale, fatti che poi furono smentiti, tentano ora di seminare la teoria della frode informatica, e sostengono che nei verbali si cambiarono i voti da un candidato ad un altro. 
 
Ig/scm 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE