domenica 21 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Scandalo di corruzione dei carabinieri cileni aumenta

Santiago del Cile, 12 apr (Prensa Latina) Lo scandalo di corruzione nei Carabinieri del Cile continua in aumento, con cifre di deviazione di risorse ascendenti a circa 25,2 milioni di dollari e 11 militari in prigione. 

 
Il settimo tribunale di Garanzia decretò prigione preventiva per quattro accusati per considerare la loro libertà un pericolo per la società. Due di loro erano ufficiali di alto rango dei Carabinieri. 
 
Gli altri due nuovi detenuti sono civili che parteciparono nelle operazioni di defalcazione all’istituzione, considerata la maggiore frode della sua storia. 
 
In pesos cileni, la frode ascende a 16.500.000, circa 25,2 milioni di dollari in un processo che, secondo gli addetti delle indagini, appena sta cominciando. 
 
D’accordo con fonti ufficiali, nell’udienza di oggi la giustizia fissò misure cautelari di arresti domiciliari e proibizione di uscire dal paese ad altre 11 persone. 
 
La Procura argomenta che tra il 2006 ed il 2007 gli accusati si associarono ed organizzarono con lo scopo di commettere il delitto di malversazione a livello pubblico”. 
 
Adulterarono registri nei database dei Carabinieri per trasferire soldi statali a conti di ufficiali attivi o in ritiro, familiari e civili, giustificando questi movimenti come rimunerazioni e viatici, tra gli altri. 
 
Ig/ft 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE