venerdì 12 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Venezuela ripudia dichiarazione di un funzionario degli Stati Uniti

Caracas, 11 mag (Prensa Latina) Il Governo del Venezuela ripudiò oggi una dichiarazione del sottosegretario per i Temi dell'Emisfero Occidentale degli Stati Uniti, Francisco L. Palmieri, per considerarla irrispettosa ed interventista. 

 
“Respingiamo l’inaudita e sistematica pretesa del governo statunitense di intervenire in Venezuela ed imporre un tutoraggio sulla nostra patria”, espressa un comunicato pubblicato nella pagina web del Ministero di Relazioni Estere della nazione sud-americana.   

“Il sistema di potere statunitense”, aggrega, “si avvale di pronunciamenti frequenti e reiterati, sanzioni unilaterali extraterritoriali e finanziamento economico di organizzazioni in Venezuela con scopi terroristi, blocco finanziario, minacce di intervento militare, tra gli altri”. 
 
Così, precisa il testo, l’imperialismo nordamericano pretende mascherare un aperto processo di intervento, segnato dall’ingerenza grossolana e la violazione del Diritto Internazionale. 
 
Secondo il documento, durante i primi mesi del 2017 “sono accadute più di 105 azioni e dichiarazioni ostili che basate su menzogne cercano di torcere la realtà del Venezuela servendo gli interessi egemonici degli Stati Uniti nella regione”. 
 
Il proposito è rompere la pace mediante i golpe non convenzionali, metodo che l’Impero provò già in Europa Orientale e nel Medio Oriente, ma che in Venezuela avrà una sconfitta già annunciata, assicura il comunicato. 
 
Inoltre, accusa settori dell’estrema destra statunitense di finanziare ed appoggiare i gruppi violenti nella nazione sud-americana, per facilitare un’insorgenza armata, “che avrà come risposta l’applicazione delle leggi della Repubblica nella cornice dello Stato di Diritto venezuelano”. 
 
D’altra parte, segnala che il presidente Nicolas Maduro “invocò il Potere Legislativo originario mediante la convocazione ad un’Assemblea Nazionale Costituente, affinché il popolo riesca ad incanalare la violenza oppositrice, attraverso il voto universale, diretto e segreto, in difesa della pace, della democrazia e della sovranità”. 
 
Ig/raj

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE