sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Esigono spiegazione al governo spagnolo per assedio a locale venezuelano

Madrid, 12 mag (Prensa Latina) Deputati di vari partiti politici chiesero oggi la comparizione nel parlamento spagnolo della delegata del governo di Mariano Rajoy a Madrid, dopo l'assedio subito da un locale dell'ambasciata del Venezuela nella capitale spagnola. 

 
Izquierda Unida, En Marea, Esquerra Repubblicana della Catalogna ed il gruppo Misto registrarono questo venerdì nel Congresso dei Deputati la petizione di comparizione urgente della rappresentante di Rajoy in questa regione, Concepcion Dancausa. 
 
I parlamentari reclamarono che Dancausa spieghi davanti alla Camera Bassa i motivi per i quali si permise l’assedio violento di centinaia di manifestanti che ieri circondarono il Centro della Diversità Culturale del Venezuela in questa capitale. 
 
In quell’edificio, dipendente della missione del paese sud-americano, si realizzò questo giovedì un atto col Comitato delle Vittime della Guarimba, che espose le aggressioni fatte sullestrade del Venezuela da parte degli oppositori del presidente Nicolas Maduro. 
 
L’ambasciatore del Venezuela in Spagna, Mario Isea, denunciò l’assedio dell’immobile da parte di un gruppo di persone violente. 
 
“Stiamo essendo assediati, ostacolando la nostra uscita, da una folla violenta”, disse ieri Isea attraverso una registrazione trasmessa dall’interno del locale, dove fu sequestrato durante circa cinque ore insieme ad un centinaio di invitati. 
 
Nel suo sollecito, i deputati reclamano che Dancausa chiarisca perché la Delegazione del Governo di Madrid permise l’inedito blocco a queste installazioni, “causando un conflitto diplomatico e mettendo a rischio la sicurezza” delle persone assistente all’atto. 
 
Deplorarono anche l’atteggiamento degli agenti della polizia che, davanti alla domanda di protezione da parte delle persone sequestrate nel centro culturale, “si scusavano per non avere ordini di intervenire”. 
 
Ig/edu

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE