domenica 21 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Evo discute atteggiamento dell’OSA davanti alla detenzione dei boliviani in Cile

La Paz, 12 mag (Prensa Latina) Il presidente della Bolivia, Evo Morales, discusse oggi l'atteggiamento del segretario generale dell'Organizzazione degli Stati Americani (OSA), Luis Almagro, davanti alla detenzione dei nove boliviani in Cile. 

 
“Che cosa fa Almagro per i nostri nove fratelli detenuti ingiustamente e l’aggressione politica, economica, diplomatica ed ai diritti umani da parte del Cile”, scrisse il mandatario nel suo account di Twitter @evoespueblo. 
 
Il 19 marzo, in un confuso incidente confinante, due militari e sette doganieri che combattevano il contrabbando furono arrestati da carabinieri cileni e trasferiti alla prigione di Alto Ospizio, ad Iquique. 
 
Le autorità boliviane affermano che i loro connazionali erano in territorio cileno, ma Cile assicura che si trovavano in zone sotto la sua giurisdizione e li accusò di furto di camion, trasporto e detenzione di armi ed altri delitti. 
 
Fino ad ora il segretario generale dell’OSA è stato in silenzio su questo tema, malgrado diverse personalità nel mondo, come il Premio Nobel della Pace Rigoberta Menchù, reclamano la liberazione dei detenuti. 
 
L’incidente aumentò la tensione tra i due paesi, affrontati già nella Corte Internazionale di Giustizia de L’Aia in una centenaria controversia marittima. 
 
Ig/car

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE