martedì 23 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Palazzo presidenziale dell’Ecuador si trasforma in Museo Culturale

Quito, 15 mag (Prensa Latina) Il dignitario dell'Ecuador, Rafael Correa, inaugurò oggi il Museo Culturale del Palazzo di Carondelet, ubicato nella sede della presidenza di questo paese sud-americano, le cui porte sono aperte al pubblico nazionale e straniero dal 2007. 

 
L’atto si portò a termine nell’ala meridionale dell’istituzione, in presenza del vicepresidente, Jorge Glas, il segretario della Presidenza, Cristian Castillo, ministri di stato, membri dell’assemblea, alunni di insegnamento delle elementari e cittadinanza in generale. 
 
“Questo è un altro esempio in più delle migliaia che possiamo tirare fuori sempre di quello che è stato il marchio distintivo di questi 10 anni di governo, al servizio della gente, con la gente e per la gente”, affermò Castillo previo all’inaugurazione del Museo.
 
Come dettagliò, le nuove sale di esposizione cercano fare della sede di governo non solo un spazio dove si eserciti il potere, ma permetta anche di raccontare la storia vivente del paese. 
 
Correa ricordò che il 15 agosto 2007, mesi dopo avere assunto il potere, aprì le porte del Palazzo al pubblico, qualcosa che succedeva per la prima volta nella storia dell’Ecuador. 
 
Più di un milione di persone hanno percorso dal 2007 il Palazzo, divenuto in uno degli spazi turistici più visitati in tutto il paese e che riceve circa 500 persone al giorno, più di 12 mila al mese, soprattutto gli studenti. 
 
Uno spazio di 400 metri quadrati alberga le sale disposte per insegnare la storia nazionale, i vincoli con altri paesi e la maggior parte dei più di 11 mila regali ricevuti dal dignitario, sua moglie ed il vicepresidente, dei quali l’82,1% sono regali nazionali ed il resto furono consegnati da personalità straniere. 
 
Altri di gran valore economico sono sottomessi ad asta, fatto che rimase anche stabilito in un Decreto del governo, per destinare questi fondi ad opere sociali. 
 
La mostra include la banda presidenziale ricamata in fili di oro usata durante la sua decade di gestione, i dissimili bastoni di comando che gli consegnarono, bottoni ricevuti in ogni vertice presidenziale ed i suoi 14 titoli Honoris Causa, che aumenteranno a 15 questa settimana, con uno previsto in Argentina. 
 
Ig/scm 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE