venerdì 12 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Afferma presidente eletto dell’Ecuador che governerà dal dialogo

Quito, 16 mag (Prensa Latina) Il mandatario eletto dell'Ecuador, Lenin Moreno, disse oggi ricevendo la sua credenziale dalle mani del Consiglio Nazionale Elettorale (CNE) che è il presidente di tutti e sarà il presidente del dialogo. 

 
“Non credo nella verità assoluta (…) la migliore forma di ottenere un criterio il più vicino alla verità è la razionalità molteplice e gente che possa apportare idee, sogni, speranze per trasformarli in qualcosa simile alla verità”, allertò il leader del filo-governativo Movimento Alleanza Paese, in un discorso nell’Assemblea Nazionale. 
 
Moreno segnalò che il suo governo, vigente a partire dal prossimo 24 maggio, difenderà con impegno, forza e fede i diritti ed i risultati raggiunti in questa decade, sotto la gestione del dignitario uscente, Rafael Correa. 
 
In questo senso, ricordò che negli ultimi 10 anni due milioni di persone uscirono dalla povertà, la nazione si trasformò nel paese con le migliori starde dell’America Latina ed uno dei cinque con sovranità energetica nel mondo, e conta su ospedali, centri di salute accreditati internazionalmente ed istituzioni docenti con standard mondiali. 
 
Disse anche che è il momento di rinnovare gli impegni realizzati durante la campagna elettorale come quello di affrontare insieme al popolo le nuove sfide ed i nuovi scontri. 
 
“Questo sarà un governo della diversità, governeremo col criterio della solidarietà, non della carità”, aggiunse. 
 
Allo stesso tempo, reiterò che metterà in pratica il suo piano Tutta una Vita, strategia di copertura sociale integrale, che copre le necessità dai neonati fino alla terza età, apertura di servizi di salute, piani di abitazione, crediti per imprenditori ed impulso alla gioventù, tra gli altri temi di valore per il benessere della popolazione. 
 
Nella cerimonia ha anche ricevuto la sua credenziale il vice mandatario, Jorge Glas, che mantenne l’incarico per i prossimi quattro anni. 
 
Entrambi i leader faranno il loro giuramento il prossimo 24 maggio, nell’ultimo atto ufficiale nel quale parteciperà Rafael Correa che culminerà in quella giornata la sua gestione di più di 10 anni, periodo conosciuto come la Decade Guadagnata, per i risultati in favore del popolo e specialmente, dei settori più diseredati. 
 
Ig/scm 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE