sabato 20 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Giudicheremo con severità il terrorismo: ambasciatore della Corea del Nord a Cuba

L'Avana, 16 mag (Prensa Latina) L'ambasciatore della Repubblica Popolare Democratica della Corea (Corea del Nord) a Cuba, Pak Chang Yul, riferì oggi in dichiarazioni esclusive a Prensa Latina che la legge nordcoreana giudicherà severamente i cittadini statunitensi recentemente accusati di crimini di terrorismo. 

 
“Non considereremo il presente caso come un semplice delitto possibile delle forze ostili contro la sicurezza interna del potere statale, bensì come la sfida più brutale per abbattere il pilastro spirituale del popolo coreano, e come una dichiarazione di guerra”, segnalò il diplomatico leggendo una dichiarazione del Ministero di Sicurezza Statale della RPDC. 
 
Alcuni giorni fa, le autorità nordcoreane hanno fatto conoscere la detenzione di due cittadini degli Stati Uniti, la cui implicazione è diretta con i piani per assassinare, attraverso un’attentato bomba e l’uso di sostanze radioattive e nano-elementi tossici, membri dell’alta direzione politica di Pyongyang. 
 
Inoltre, vari comunicati della Cancelleria precisarono che detti propositi erano sostentati economicamente ed ideologicamente dalla CIA e dal Servizio di Intelligenza sudcoreano (SIN). 
 
“In relazione al fatto che questi avvenimenti dimostrano il limite al quale sono capaci di arrivare gli organi di intelligenza di Washington e Seul, il Ministero di Sicurezza Statale fece conoscere la sua posizione di annichilire senza pietà fino all’ultimo dei terroristi vincolati alla CIA ed al SIN”, citò il rappresentante della RPDC a Cuba, mentre leggeva il documento emesso dalla menzionata entità. 
 
Ed aggregò: “Riflettendo la volontà del nostro esercito e popolo, il Ministero di Sicurezza Statale affermò che sterminerà col colpo di giustizia fino all’ultimo dei cospiratori e seguaci del presente terrorismo di Stato, benché loro abitino in qualsiasi angolo del pianeta”. Inoltre, Pak Chang Yul si riferì alla situazione di tensione attuale nella penisola coreana, che, considerò, è responsabilità degli Stati Uniti ed i suoi alleati, dovuto alla concentrazione di mezzi strategici di ultima generazione nella zona, con l’obiettivo di attentare contro la Corea del Nord 
 
“Finché continua la politica di ostilità verso il nostro paese, continueremo a consolidare la capacità di autodifesa, soprattutto, la forza nucleare, e porteremo a termine la guerra giusta contro il terrorismo”, ha concluso. 
 
 
Ig/rrj

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE