domenica 14 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Governi di Cuba e Bolivia stringono lacci di fratellanza

La Paz, 26 mag (Prensa Latina) Il mandatario boliviano, Evo Morales, ed il primo vicepresidente di Cuba, Miguel Diaz-Canel, furono d'accordo oggi nello stringere i lacci di fratellanza tra i due paesi davanti agli attacchi della destra in America Latina. 

 
In un incontro con Morales nel Palazzo di Governo, Diaz-Canel affermò che tra Bolivia e Cuba esiste un gran compromesso per difendere le idee più giuste per l’umanità di fronte ai tentativi di restaurare il capitalismo ed il neoliberalismo nella regione. 
 
In questo senso, fece riferimento agli attacchi della destra in Brasile, Argentina ed Ecuador, e specialmente ai tentativi per destabilizzare la Rivoluzione bolivariana. 
 
Oggi Venezuela non necessita né ingerenza né aggressione, bensì appoggio e fiducia, sostenne Diaz-Canel assicurando che il futuro di un paese solo riguarda il suo popolo e governo. 
 
Sulla collaborazione tra entrambe le nazioni, l’alto funzionario ricordò che l’idea della cooperazione con Bolivia fu del leader storico della Rivoluzione cubana, Fidel Castro Ruz (1926-2016), uno dei promotori dell’unità in America Latina. 
 
Da parte sua, il presidente dello Stato Plurinazionale manifestò la sua ammirazione per il popolo e governo di Cuba. 
 
Come gesto per ratificare la fratellanza tra La Paz e L’Avana, Morales consegnò a Diaz-Canel un busto del leader indigeno Tupac Katari ed un esemplare di Il Libro del Mare, che contiene gli argomenti della Bolivia nella sua richiesta al Cile di recuperare l’uscita sovrana sull’oceano Pacifico. 
 
Ig/prl 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE