lunedì 15 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cancelliera venezuelana condanna azioni pro interventiste in Europa

Caracas, 31 mag (Prensa Latina) La cancelliera venezuelana, Delcy Rodriguez, condannò oggi le nuove manovre pro interventiste del deputato oppositore Julio Borges che sollecitò al Parlamento Europeo sanzioni contro il suo paese, come parte di un piano golpista per abbattere il presidente Nicolas Maduro. 

 
Attraverso il suo account nella rete sociale Twitter, Rodriguez precisò che “Borges oltrepassò tutti i limiti immaginabili dell’immoralità e servilismo, chiedendo sanzioni al Parlamento Europeo contro Venezuela”. 
 
La capa della diplomazia venezuelana denunciò che nuovamente questo portavoce dell’estrema destra, incorre in azioni in alleanza con gli Stati Uniti, per incoraggiare un intervento straniero contro la sovranità nazionale ed abbattere il governo Bolivariano. 
 
Julio Borges, portavoce del partito di estrema destra Prima Giustizia, è l’attuale presidente dell’Assemblea Nazionale (Parlamento) che si trova in oltraggio al tribunale da principio di questo anno. 
 
In uno dei suoi messaggi in Twitter, la cancelliera venezuelana sottolineò che “Julio Borges rappresenta il settore più retrogrado ed anti-nazionale dell’opposizione. Vuole solo il servilismo del Venezuela e la sofferenza del popolo”. 
 
“Il suo sorriso cinico (di Borges) sta viaggiando nel mondo per regalare Venezuela agli interessi delle multinazionali ed imperiali. Non torneranno!”, enfatizzò la Ministra di Relazioni Estere in Twitter. 
 
La reazione della cancelleria venezuelana si produce dopo che Borges si fosse riunito questo mercoledì col presidente dell’Europarlamento, Antonio Tajani, a Bruxelles. 
 
L’oppositore venezuelano chiese “aiuto” alle istituzioni comunitarie dell’Europa, affinché “quelli che hanno violato i diritti umani abbiano anche delle sanzioni da parte dell’Unione Europea”. 
 
Ig/mfm

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE