lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Occupazione israeliana della Palestina genera crisi umanitaria cronaca

Nazioni Unite, 6 giu (Prensa Latina) L'occupazione israeliana della Palestina compie questa settimana mezzo secolo di esistenza, una situazione che genera necessità croniche, ha fatto notare oggi il coordinatore umanitario delle Nazioni Unite, Robert Piper. 

 
In una dichiarazione, il funzionario segnalò che la presenza militare dell’Israele si materializza mediante l’appoggio della forza, causando in molte casi violazioni delle leggi internazionali umanitarie e degli strumenti dei diritti umani, dei quali la potenza occupante è firmataria. 
 
D’accordo con Piper, si tratta di una pratica che isola le comunità palestinesi le une dalle altre, rompe la coesione sociale, limita le attività economiche e la libertà di movimento ed impedisce l’accesso ai servizi di base, tra questi la salute. 
 
Come risultato dell’occupazione, durante il 2017, circa la metà dei quasi cinque milioni di palestinesi avranno bisogno di aiuto umanitario di un tipo o di un altro, sottolineò. 
 
Il coordinatore dell’ONU precisò che molte di queste persone dipenderanno dall’assistenza alimentare per compensare la perdita dei loro mezzi di vita. 
 
 
Ig/wmr

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE