venerdì 12 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Ex cancelliera venezuelana Delcy Rodriguez riceve la Sciabola di Simon Bolivar

Caracas, 22 giu (Prensa Latina) L'ex cancelliera venezuelana Delcy Rodriguez ha ricevuto l'ordine Sciabola del Libertador Simon Bolivar della Battaglia di Carabobo, dalle mani del presidente Nicolas Maduro, durante un atto celebrato oggi nel Palazzo di Miraflores. 

 
Rodriguez che lasciò il suo incarico al fronte del Ministero delle Relazioni Estere del suo paese, per trasformarsi in candidata all’Assemblea Nazionale Costituente, è stata omaggiata dal mandatario al suo ritorno del Messico, dove ha diretto la delegazione del Venezuela davanti al plenum dell’OSA. 
 
“Ti sei guadagnata la spada di Carabobo affinché la porti alla Costituente”, disse Maduro, mentre consegnava la simbolica sciabola all’ex capa della diplomazia del suo paese. 
 
“In riconoscimento della nostra Patria -aggregò il mandatario -, del nostro paese, della nostra gioventù, consegno la sciabola storica della Battaglia di Carabobo del nostro Libertador Simon Bolivar, per il lavoro che ha fatto come cancelliera della Repubblica Bolivariana del Venezuela. Le consegno la spada del Libertador perché è una figlia degna di Manuelita Saenz”. 
 
Rodriguez è stata designata ministra di Relazioni Estere in dicembre del 2014, trasformandosi nella prima donna in occupare questo incarico nella storia del paese. 
 
A sua volta, Maduro riconobbe la partecipazione della delegazione venezuelana nella XLVII Assemblea Generale dell’Organizzazione degli Stati Americani (OSA) che si realizzò a Cancun, in Messico, lunedì e martedì scorso. 
 
In questa riunione ci furono decisioni divise sulla proposta fatta da 14 Stati membri che trattava una serie di temi, domande ed esigenze sulla situazione del Venezuela. 
 
Il documento è stato respinto e non ha ottenuto il consenso nella votazione, grazie all’interezza della delegazione diplomatica diretta dalla Rodriguez, e la solidarietà di un gruppo di paesi, tra loro le nazioni caraibiche che non permisero che l’OSA si immischi nei temi interni della nazione sud-americana. 
 
Ig/mfm 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE