sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Qui resistiamo, più ribelli e sovrani che mai, afferma Maduro

Caracas, 5 lug (Prensa Latina) Indipendenza o niente, dissero i liberatori, e qui stiamo in piedi, indipendenti, più ribelli e sovrani che mai, affermò oggi il presidente Nicolas Maduro, nell'atto commemorativo per l'anniversario dell'indipendenza del Venezuela. 

 
Maduro intestò questo mercoledì una sfilata civico-militare, nel quale reiterò che, a 206 anni della Firma dei Verbali dell’Indipendenza, il 5 luglio 1811, “Venezuela ed il suo popolo si mantengono in piedi e con dignità, decisi a mantenere la patria indipendente e sovrana”. 
 
Inoltre, il Comandante in capo della Forza Armata Nazionale Bolivariana (FANB) inviò un messaggio di augurio agli ufficiali dei cinque componenti di questa istituzione che oggi celebra la sua giornata e che furono rappresentati da 10 mila integranti nella sfilata. 
 
Il capo di Stato sottolineò che il pensiero indipendentista e patriota de El Libertador Simon Bolivar è la base fondamentale della FANB, mentre si sviluppano attacchi contro i suoi ufficiali, da parte di settori dell’estrema destra che cercano imporsi e stabilire un sistema interventista in favore delle richieste imperiali ed in detrimento della patria. 
 
Spiegò che questo pensiero giustifica gli attacchi ai simboli patri, specialmente alla bandiera nazionale, “che fu rivendicata dal comandante della Rivoluzione bolivariana, Hugo Chavez, che riscattò lo spirito bolivariano e l’amore per la patria”. 
 
Aggiunse che il giallo, azzurro e rosso -i colori della bandiera venezuelana – devono ondeggiare molto in alto, come in ogni lotta intrapresa dagli eminenti indipendentisti. 
 
“Non permettiamo che nessuno rovesci la bandiera, perché loro (l’estrema destra) quello che vogliono è rovesciare il destino della patria e torcere il destino che abbiamo scelto”, allertò Maduro. 
 
Ig/mfm 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE