giovedì 18 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Ostacolano l’entrata della nuova vice procuratrice venezuelana nel Pubblico Ministero

Caracas, 6 lug (Prensa Latina) L'appena nominata vice procuratrice generale venezuelana, Katherine Harringhton, è stata bloccata oggi e non ha potuto esercitare le sue funzioni, perché non l’hanno lasciata entrare nella sede principale del Pubblico Ministero, in questa capitale. 

 
Haringhton è stata nominata come vice procuratrice generale martedì scorso dalla Sala Costituzionale del Tribunale Supremo di Giustizia (TSJ), dopo che il massimo tribunale annullasse la designazione di Rafael Gonzalez in questo stesso incarico, promossa nell’Assemblea Nazionale (non riconosciuta), su proposta della Procuratrice Generale, Luisa Ortega. 
 
Secondo il magistrato Juan Mendoza, presidente della Sala Costituzionale del TSJ, Ortega, che continua sotto scrutinio della giustizia per differenti mancanze etiche e di altri tipi, dovette accorrere alla Sala Costituzionale per designare il nuovo vice procuratore, e non lo fece. 
 
La procuratrice generale, responsabilizzata per l’onda di violenza che scuote Venezuela da aprile scorso ed in franca opposizione al governo che dirige il presidente, Nicolas Maduro, espresse pubblicamente che ignorerà la designazione di Harringhton e la sentenza del TSJ. 
 
Alcuni giorni fa, gli avvocati venezuelani Iris Varela, Maria Alejandra Diaz ed Olga Alvarez, hanno accusato Ortega di “cospirare con l’opposizione di destra”, nei piani di destabilizzazione contro lo Stato venezuelano. 
 
“C’è in gioco molto denaro, sono miliardarie le somme che ha maneggiato con la mafia che ha nella Procura per proteggere narcotrafficanti, banditi, corrotti”, manifestò l’ex ministra e candidata all’Assemblea Nazionale Costituente (ANC), Iris Varela. 
 
La giurista spiegò che Ortega “si è approfittata dei beni in lite, con uso personale, che è proibito, come il caso di un aeroplano sequestrato e consegnato niente meno che dall’allora Ministro di Relazioni Intere, Miguel Rodriguez Torres, che era coinvolto nella cospirazione”. 
 
Da parte sua, l’avvocata costituzionalista Olga Alvarez assicurò che nel pre-processo di merito, Luisa Ortega sta essendo investigata per falso  attestato di documenti pubblici e per l’ostilità permanente contro il resto dei rami del Potere Pubblico. 
 
Alvarez ha sottolineato che “ha fallito nella cooperazione stabilita nella costituzione tra i rami del potere pubblico, ed evidenzia ‘ignoranza supina’ nei temi legali”. 
 
“Lei -Luisa Ortega -, nella sua ignoranza supina, ignoranza avara, si è dimenticata che il massimo interprete è la Sala Costituzionale e non può stare al di sopra del Tribunale Supremo di Giustizia”, sottolineò Alvarez. 
 
Ig/mfm 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE