domenica 14 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Bolivia mandò in Cile una proposta di protocollo per riunione su frontiera

La Paz, 20 lug (Prensa Latina) La vice cancelliera Guadalupe Palomeque informò oggi che Bolivia mandò in Cile la proposta di protocollo di risoluzione sugli incidenti confinanti, in vista della riunione prevista nel dipartimento di Santa Cruz. 

 
Palomeque ricordò che questo è uno dei temi centrali in preparazione da parte del Comitato di Frontiera ed Integrazione tra entrambe le nazioni, concordato il prossimo 25 luglio. 
 
Secondo la vice cancelliera boliviana, il governo nazionale si aspetta che la riunione rappresenti un punto di partenza nella relazione bilaterale per riattivare alcuni meccanismi di consultazione in beneficio dei due paesi. 
 
La Paz e Santiago riprenderanno il dialogo bilaterale dopo una relazione congelata dal 2010, eccetto per l’incontro di gennaio scorso sulla lotta contro il narcotraffico. 
 
Detto incontro riscuote importanza dopo i recenti incidenti confinanti tra Bolivia e Cile. 
 
Alcune settimane fa, poliziotti boliviani fermarono due carabinieri cileni mentre erano entrati 7,5 chilometri in territorio nazionale senza permesso di autorità locali. 
 
I militari della nazione australe rimasero due giorni in Bolivia e dopo furono restituiti al loro paese per decisione del governo nazionale diretto dal presidente Evo Morales. 
 
Tuttavia, il 19 marzo scorso carabinieri cileni catturarono due militari e sette ufficiali della Dogana Nazionale della Bolivia mentre combattevano il contrabbando alla frontiera. 
 
I militari rimasero reclusi nella prigione di Alto Hospizio, ad Iquique, per più di 100 giorni e ritornarono a La Paz il 28 giugno, dopo che il governo pagasse la multa imposta dalla giustizia cilena per sostituire una condanna di tre anni di carcere. 
 
Ig/clp 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE