sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Offensive dell’esercito siriano in tre fronti di combattimento

Damasco, 21 lug (Prensa Latina) Unità dell'Esercito siriano e milizie alleate sviluppano intense offensive al sud da Raqqa, all'est di Homs ed in aree della regione del Qalamun, vicino alla frontiera libanese, hanno riportato oggi fonti militari.  

 
Al sud di Raqqa è stato recuperato il controllo di 44 tra pozzi di petrolio e di gas, alcuni di questi seriamente danneggiati dai sabotaggi dei terroristi dell’Isis, prima di essere espulsi della zona. 
 
Alì Ibrahim, ingegnere a carico dei compiti di riabilitazione indicò alla stampa che si sta soprattutto sminando e riparando le installazioni, nei campi di Debassan, Daleyeh, Remelan, Deebisah, Thawra e Wahad. 
 
Raqqa, fino ad ora “capitale” dell’Isis, è attaccata al nord da gruppi delle Forze Democratiche Siriane (FDS), appoggiate dagli Stati Uniti e dove si produce una drammatica situazione tra la popolazione civile, come riportano i mezzi di stampa. 
 
Mentre all’est della provincia di Homs, nelle aree desertiche di Hamimeh, sono stati respinti attacchi di gruppi terroristici al sud della località di Sukhnah, ultimo “bastione” dell’Isis in quella zona. 
 
I mass media indicarono che, in “azioni disperate”, gli estremisti hanno lanciato automobili con suicidi, immediatamente neutralizzati prima di raggiungere i loro obiettivi, provocando così la morte di 20 terroristi. 
 
D’altra parte, le fonti segnalarono che le forze armate siriane in cooperazione con unità del movimento di resistenza libanese Hezbolà, mantengono un’intensa offensiva contro pochi individui dell’Isis e dell’ex Fronte al Nusra nella regione confinante del Qalamun e con l’appoggio dell’aviazione. 
 
Ig/pgh

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE