sabato 20 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Più del 59% dei venezuelani approva la nuova Costituente

Caracas, 28 lug (Prensa Latina) Il 59,5% dei venezuelani vede la futura Assemblea Nazionale Costituente (ANC) come uno scenario propizio per il dialogo, secondo un'inchiesta realizzata da International Consulting Services (ICS), pubblicata oggi. 

 
Lo studio, pubblicato questo venerdì nel quotidiano Ultimas Noticias, rivelò inoltre che il 47,4% dei consultati pensa che la Costituente, proposta dal presidente, Nicolas Maduro, potrebbe migliorare lo stato di scontro politico nel paese. 
 
Secondo lo scrutinio, il 56,7% dei venezuelani desidera l’inclusione delle missioni sociali nella redazione della nuova Costituzione della Repubblica Bolivariana del Venezuela, per dare un livello costituzionale a questa politica sociale. 
 
Il presidente dell’ICS, Ronald Sanchez, commentò che questo studio dimostra che la società in generale è avida di un dialogo, più di continuare nello scontro politico. 
 
Sanchez spiegò che parte del settore indeciso è quello che definisce i processi elettorali, come si è dimostrato il 6 dicembre scorso, dove gli indecisi hanno dato un appoggio concreto alla Mensa dell’Unità Democratica (MUD) e per questo motivo l’opposizione ottenne la maggioranza nell’Assemblea Nazionale (parlamento). 
 
Spiegò che adesso, questo settore indeciso è emigrato progressivamente e considera positiva l’Assemblea Nazionale Costituente. 
 
Chiarì che questo non indica che gli indecisi diventarono pro-governativi, ma vedono questa iniziativa -l’ANC – come l’unica alternativa sul tappeto, per un funzionamento regolare delle istituzioni dello stato venezuelano. 
 
Il presidente dell’ICS commentò che, paradossalmente, le manifestazioni di strada convocate dai dirigenti della MUD, che rappresenta l’opposizione al governo, sono stati controproducenti per la sua leadership. 
 
“A causa delle esacerbazioni, del tema della violenza, delle sprangate, delle guarimbas (azioni violente) e degli appelli allo sciopero, che sappiamo che sono appoggiati da un settore violento della società, la parte più pacifica e democratica è stanca e vuole il dialogo che proporziona l’ANC”, aggregò Sanchez ad Ultimas Noticias. 
 
L’inchiesta si realizzò dal 6 al 15 luglio 2017, con un campione di mille persone, rappresentativo del 70% a livello municipale negli stati Aragua, Anzoategui, Apure, Barinas, Bolivar, Carabobo, Falcon, Guarico, Lara, Merida, Miranda, Monagas, Portoguesa, Tachira, Trujillo, Vargas e Zulia, oltre, chiaramente, il Distretto Capitale di Caracas. 
 
Ig/mfm 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE