mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cuba ha curato più di 25 mila vittime di Chernobil in due decadi

L'Avana, 31 lug (Prensa Latina) Dal 1990 Cuba ha curato 26.114 vittime dell'incidente nucleare di Chernobil, in Ucraina, principalmente in aree di endocrinologia, gastroenterologia e dermatologia, secondo uno studio pubblicato oggi nella rete scientifica Scielo. 

 
La notizia confermò che del totale dei pazienti, l’84% sono stati dei bambini tra i 10 ed i 14 anni, provenienti da Ucraina, Russia e Bielorussia, in maggioranza. 
 
D’accordo con questa fonte, l’anno di maggiore numero di casi è stato il 1991 quando sono state curate 1415 persone. 
 
Durante il primo quinquennio del programma, hanno ricevuto annualmente attenzione medica più di mille bambini, aggiunse il testo. 
 
Il programma di assistenza medica integrale di massa e gratuita sviluppato da parte della maggiore delle Antille culminò nel 2011, dopo essersi svolto per più di 21 anni, come risposta solidale dell’isola caraibica a sollecito delle organizzazioni sociali dell’ex Unione Sovietica, ha risaltato la pubblicazione. 
 
Il suo obiettivo fondamentale è stato offrire servizi specializzati e sviluppare, in un ambiente appropriato, un piano sanatoriale di riabilitazione, con azioni integrali di salute. La sede principale del progetto è stato un accampamento infantile situato nella spiaggia di Tararà, all’est della capitale cubana. 
 
Parallelamente, tra il 1998 ed il 2011 lavorò, nella Città di Evpatoria, nella provincia di Crimea, una brigata di medici cubani che ha curato approssimativamente 6000 persone ogni anno, ha concluso lo studio. 
 
Ig/bhq

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE