lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Si dimettono tre alti funzionari del governo dell’Ecuador

Quito, 29 ago (Prensa Latina) Il consigliere politico presidenziale dell'Ecuador, Ricardo Patiño; la segretaria della gestione Politica, Paola Pabon, ed il consigliere presidenziale dell’Habitat, Virgilio Hernandez, presentarono le loro rispettive rinunce agli incarichi che occupano. 

 
“Siamo orgogliosi dei 10 anni della Rivoluzione Cittadina che permise che questo paese avesse tanti cambiamenti profondi in maniera tanto consolidata, tanto rapida, con risultati di molta equità e di giustizia per gli ecuadoriani”, affermò Patiño in una conferenza stampa dalla città di Guayaquil, l’altro ieri, annunciando la decisione. 
 
L’anche secondo vicepresidente del governativo Movimento Alleanza Paese, considerò che i cambiamenti prodotti in tutte le aree nazionali sono stati positivi per il paese e menzionò tra questi la crescita dell’economia, la diminuzione della povertà, il miglioramento delle condizioni lavorative e dei salari, e l’inclusione delle persone disabili. 
 
Secondo lui, nei tre mesi del nuovo governo, eletto dal popolo per dare continuità e consolidare i 10 anni di rivoluzione iniziati nel 2007, non sono stati riconosciuti con giustizia i risultati del processo che aiutarono a costruire. 
 
“Non abbiamo visto un adeguato riconoscimento a questo processo ed al contrario, abbiamo potuto osservare una gran quantità di critiche e parole che consideriamo non adeguate per il processo della Rivoluzione Cittadina che abbiamo vissuto”, puntualizzò. 
 
Inoltre, ha fatto notare che la stabilità politica vissuta dall’Ecuador nell’ultima decade è dovuta principalmente al riconoscimento dei diritti dei lavoratori in generale, con giuste rimunerazioni ed adeguate condizioni lavorative. 
 
“Noi tre vogliamo sentirci liberi per difendere questo processo di costruzione di cambiamento profondo in Ecuador e vogliamo dedicare le nostre forze a fortificare il nostro Movimento”, ha detto. 
 
Alla fine, è stato enfatico dicendo che il combattimento alla corruzione sarà svolto con la maggiore consacrazione e convinzione possibile. 
 
Da parte sua, Pabon reiterò che i tre funzionari fecero esercizio della funzione pubblica con mani pulite ed oneste e risaltò come negli ultimi 10 anni si cambiò la patria e la speranza è stata restituita al popolo. 
 
Intanto, Virgilio Hernandez descrisse il momento attuale come difficile ed ha fatto un appello per fortificare il lavoro dell’organizzazione, ed il compromesso del Movimento con gli interessi del popolo, dei più poveri. 
 
I tre hanno fatto notare che le loro dimissioni non implicano ritirare il loro appoggio al presidente Moreno e manterranno le conversazioni ed un canale aperto col mandatario, che presiede il blocco governativo. 
 
Ig/cvl

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE