sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Venezuela invia al mondo un messaggio di pace difronte alle minacce USA

Caracas, 29 ago (Prensa Latina) Rappresentanti di movimenti sociali, organizzazioni dei diritti civili, partiti politici, accademici, artisti, intellettuali e creatori, emisero oggi un comunicato respingendo le minacce interventiste degli Stati Uniti contro Venezuela. 

 
Il documento, reso pubblico questo martedì dai mezzi di comunicazione, fa un appello al mondo per condannare la cospirazione internazionale diretta dal governo statunitense con Donald Trump come presidente, contro il popolo della Repubblica Bolivariana del Venezuela, il suo governo e le sue autorità legittime . 
 
Precisa che, “protetto da un discorso di supremazia razziale, intolleranza interventista, che ricorda i più oscuri tempi del fascismo, il governo di Donald Trump, esegue un’aggressione politica, diplomatica, economica e mediatica, includendo l’opzione militare, per destabilizzare la democrazia venezuelana, abbattere il presidente Nicolas Maduro, ed instaurare un governo sommesso agli interessi di Washington”. 
 
“Il progetto di restaurazione neo-coloniale in Venezuela -aggiunge il testo – pretende di spogliare il popolo venezuelano della sua sovranità e restituire ai poteri globali il controllo sulle immense ricchezze e sulle risorse del paese”. 
 
Sottolinea inoltre che questa cospirazione contro un popolo sovrano, apertamente illegale secondo il diritto internazionale, avanza col massiccio appoggio delle grandi multinazionali dell’informazione, ed il vergognoso sostegno dei governi neoliberali ed antipopolari. 
 
“La verità è che l’unica intenzione di questa campagna è abbattere il governo legittimo del Venezuela mediante la propagazione della morte, il caos e la violenza, allo stile delle chiamate Rivoluzioni Colorate”, aggiunge il comunicato. 
 
Ricorda anche che, a conseguenza di questa onda destabilizzante, “più di cento persone sono decedute e più di due mila risultarono ferite. La violenza politica spinta da Washington ha generato abbondanti danni materiali e sofferenze al popolo venezuelano”. 
 
Le organizzazioni firmatarie del comunicato allertano il mondo sulla grave minaccia per la pace mondiale derivata dell’ossessione guerrafondaia di Trump e fanno notare che un’aggressione militare contro Venezuela, o il rovesciamento della Rivoluzione Bolivariana, provocherà nell’emisfero una crisi di dimensioni storiche a tutti i livelli e distruggerà lo sforzo integrazionista latinoamericano. 
 
A sua volta -chiarisce – che “manderà all’aria l’obiettivo di tutte le nazioni della regione che hanno dichiarato l’America Latina ed i Caraibi come una zona di pace. Il mondo deve fermare la pazzia di Washington”. 
 
“A nome dell’umanità, esigiamo che Donald Trump ritiri la minaccia di aggressione militare ed abroghi le sanzioni economiche ed il blocco finanziario contro il popolo venezuelano”, termina il comunicato. 
 
Ig/mfm 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE