mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cessate il fuoco, rilevante patto dell’ELN e del governo colombiano

Quito, 4 set (Prensa Latina) Dopo più di 50 anni di conflitto armato, l'Esercito di Liberazione Nazionale (ELN) ed il governo della Colombia concretarono un nuovo passo per abbassare l'intensità dei confronti, cioè la sospensione del fuoco bilaterale e temporale. 

 
La determinazione costituì il fatto più importante del terzo ciclo delle conversazioni di pace, che sostengono le delegazioni di entrambe le parti in questa capitale, e che decisero di estendere con lo scopo di lavorare per l’implementazione di quanto accordato. 
 
Così lo fecero sapere i capi delle squadre negozianti, il comandante Pablo Beltran, per l’ELN, e l’ex ministro Juan Camilo Restrepo, a nome dell’amministrazione del presidente Juan Manuel Santos. 
 
La tregua incomincerà il 1º ottobre e sarà vigente per 102 giorni, fino al prossimo 9 gennaio, ma i negoziatori coincisero in che l’aspirazione sarebbe iniziarla a partire da oggi. 
 
Tutto ciò che è stato concordato appare nell’Accordo di Quito, sottoscritto tra le parti e che ha come obiettivo primordiale migliorare la situazione umanitaria della popolazione, la più colpita dai confronti. 
 
“Per il compimento di questo Accordo si stabilirà un meccanismo integrato dal Governo Nazionale, dall’Esercito di Liberazione Nazionale, dall’ONU, e dalla Chiesa Cattolica; che funzionerà col doppio proposito di prevenire ed informare su qualsiasi incidente”, precisa il testo, letto da Juan Meriguet, ambasciatore speciale per la pace. 
 
Tenendo in conto il consenso durante il tragitto tra l’ELN ed il governo colombiano, stimato un gran passo verso la pace permanente del paese vicino, le delegazioni considerarono necessario estendere il terzo turno di dialoghi fino ad oggi lunedì. 
 
Come indicò la cancelliera ecuadoriana, María Fernanda Espinosa, che era presente con i capi di entrambe le delegazioni nell’annuncio, “il documento è frutto di lunghe ore di negoziazione che dovevano concludersi venerdì scorso, ma si estesero fino all’alba di questo lunedì”. 
 
“L’Accordo di Quito ci riempie di emozione profonda ed allegria e ci congratuliamo di cuore sia con la delegazione del governo della Colombia che con quella dell’Esercito di Liberazione Nazionale (…) è un annuncio molto importante per il consolidamento dell’America Latina e dei Caraibi come territorio di pace”, ha concluso la titolare. 
 
Ig/scm

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE