domenica 21 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cuba avanza nel recupero dopo il passaggio dell’uragano Irma

L'Avana, 14 set (Prensa Latina) Con più di 72 ore di giornate intense di recupero dopo il passaggio dell'uragano Irma nel territorio nazionale, Cuba dimostra oggi segni di avanzamento dopo la normalizzazione della vita nel paese. 

 
In questo senso, sottolinea il ripristino di più del 70% del servizio elettrico nell’isola caraibica, a dispetto dei danni gravi provocati dall’enorme uragano all’infrastruttura elettro-energetica di questa nazione. 
 
A proposito, il direttore di distribuzione dell’Unione Elettrica di Cuba, Jorge Armando Cepero, informò che attualmente è già interconnesso tutto il Sistema Elettro-energetico Nazionale (SEN) con l’attivazione delle principali unità generatrici. 
 
Rimane solo da incorporare al SEN la centrale termoelettrica Antonio Guiteras, della provincia di Matanzas, per la grandezza dei danni che ha sofferto, ma una volta che si produrrà anche questa connessione, rimarrà restituita completamente la rete di trasmissione nazionale, aggiunse. 
 
D’altra parte, il ministero di Educazione Superiore annunciò il nuovo inizio dell’attività scolastica in 11 università del paese, dopo una sospensione temporanea dovuta al passaggio dell’uragano. 
 
Tra i centri che cominciano, si trovano quelli appartenenti al municipio speciale Isla de la Juventud, e le province Pinar del Rio, Santiago di Cuba, Holguin, Granma, Las Tunas ed Artemisa. 
 
Allo stesso modo, tra oggi e domani lo faranno le università di Scienze Informatiche, di Cultura Fisica e dello Sport Comandante Manuel Fajardo, di Scienze Pedagogiche Enrique Josè Varona e l’Università Tecnologica de L’Avana (Cujae), tutte della capitale. 
 
La vice ministra di Educazione Superiore, Miriam Alpizar, riferì che le istituzioni di Villa Clara, Camagüey e Ciego de Avila non hanno ancora una data definita per il nuovo inizio delle classi, poiché queste edificazioni soffrirono i danni maggiori nella loro struttura, rispetto a tutto il paese. 
 
Inoltre, sono già ristabiliti i trasporti principali nella maggior parte del paese. 
 
In questo senso, sottolinea l’operatività dell’Aeroporto Gustavo Rizo, dell’orientale provincia di Guantanamo, e la ripresa dei viaggi degli Omnibus Nazionali, con i viaggi verso le capitali provinciali di Santiago di Cuba, Camagüey e L’Avana. 
 
Si ristabilì, inoltre, il trasporto dei passeggeri in ferrovia ed il transito per il pedraplen Turiguanò-Cayo Coco, nel centro-nord di Cuba. 
 
D’altra parte, a dispetto dei danni nell’agricoltura, i contadini dell’isola approfittano per quanto possibile dei raccolti e preparano la campagna con coltivazioni di ciclo breve. 
 
Inoltre, nella notte di questo mercoledì, il mandatario cubano, Raul Castro, nella sua funzione di presidente del Consiglio della Difesa Nazionale, ha diretto una riunione con i dirigenti del Partito Comunista di Cuba, lo Stato ed il Governo del paese per puntualizzare le azioni da compiere durante la tappa di recupero dopo il passaggio devastatore dell’uragano Irma per il paese. 

Ig/vdf

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE