martedì 16 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Venezuela in attesa del dialogo tra governo ed opposizione

Caracas, 14 set (Prensa Latina) Un clima di attesa prevale oggi in Venezuela per i possibili risultati degli incontri in Repubblica Dominicana tra il governo bolivariano e l'opposizione per la ricerca di un'uscita alla crisi politica. 

 
Oltre al fatto che il tema accaparra i titolari della stampa venezuelani, differenti attori dello scenario politico, sociale e religioso si pronunciarono a favore degli incontri che derivarono da un’iniziativa del governo dominicano e dell’ex capo del governo spagnolo Josè Luis Rodriguez Zapatero. 
 
La comitiva presidenziale agli appuntamenti è diretta dal dirigente socialista Jorge Rodriguez; la titolare dell’Assemblea Nazionale Costituente (ANC), Delcy Rodriguez; e Roy Chaderton, ex ambasciatore del Venezuela presso l’Organizzazione degli Stati Americani (OSA). 
 
Tra le proposte dello stato, la delegazione di Maduro difende la sospensione delle convocazioni ad ancora più aggressioni economiche, politiche e diplomatiche contro Venezuela; oltre ad un intervento straniero contro la Patria del Libertador Simon Bolivar ed il comandante Hugo Chavez. 
 
Per l’opposizione si trova, tra gli altri, il presidente dell’Assemblea Nazionale in oltraggio, Julio Borges, malgrado negasse nella rete sociale Twitter l’esistenza degli incontri per i dialoghi di pace. 
 
D’accordo con Julio Escalona, integrante dell’ANC, dette riunioni sono a favore del popolo venezuelano, perché sono l’unica via affinché si raggiunga la totale calma nel paese e così lavorino tutti in pace per lo sviluppo sostenibile della nazione sud-americana. 
 
Tuttavia, ha messo in allerta che gli appuntamenti in Repubblica Dominicana richiedono di trasparenza affinché i loro risultati siano fruttiferi. 
 
In questo senso, Escalona enfatizzò che il governo bolivariano, diretto dal presidente Nicolas Maduro, ha mantenuto sempre un atteggiamento pacifista e favorevole al dialogo a dispetto del comportamento violento della destra nazionale riunita nella Mensa dell’Unità Democratica (MUD). 
 
“Gli oppositori non sono stati trasparenti e mantengono una posizione ambigua e screditano gli sforzi del governo per stabilire un ponte tra entrambe le parti”, segnalò. 
 
D’altra parte, ha osservato che la destra nazionale deve assumere la sua responsabilità per le azioni gravi che promosse recentemente per abbattere democraticamente il governo eletto del Venezuela, che causarono centinaia di persone uccise, migliaia di feriti e numerosi danni all’infrastruttura del paese. 
 
Ig/lrd 
 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE