martedì 16 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Evocano a Cuba la figura del Che con canzoni della trova

L'Avana, 28 set (Prensa Latina) La canzone intelligente ed impegnata fu il veicolo per evocare oggi, in questa capitale, la figura del comandante guerrigliero Ernesto Che Guevara, a proposito dei 50 anni della sua morte, che si compirà il 9 ottobre. 

 
Convocati dalla Casa dell’Alba Culturale e le ambasciate della Bolivia e dell’Ecuador a Cuba, il trovatore Gerardo Alfonso ed un gruppo di bardi invitati elevarono il loro canto per ricordare il rivoluzionario argentino-cubano. 
 
“La trovada por el Che” è la nostra forma di rendere omaggio ad un uomo che segnò la storia dell’isola e di altre latitudini col suo esempio ed azione, da lì l’importanza di ricordarlo sempre, disse Alfonso a Prensa Latina. 
 
L’omaggio, alla Casa dell’Alba, fu un incontro tra rivoluzionari di coscienza che vedono nel Che la condotta da seguire tutti i giorni, con la canzone come filo conduttore di emozioni e ricordi su una delle figure più influenti della storia contemporanea. 
 
Alfonso, insieme al suo gruppo “Tè de Jazmin”, ed i trovatori Marta Campos ed Angel Quintero, assunsero un repertorio nel quale non mancarono “Son los sueños todavia” e “Che Comandante” due canzoni divenute inno. 
 
A proposito della commemorazione delle cinque decadi della morte del Che, Gerardo Alfonso offrirà una serie di concerti in Bolivia, paese dove morì il comandante rivoluzionario nel 1967, combattendo insieme ai suoi compagni di guerriglia. 
 
Ig/avs

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE