martedì 16 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Russia denuncia il ladrocinio delle proprietà diplomatiche da parte degli Stati Uniti

Mosca, 2 ott (Prensa Latina) Russia oggi ha denunciato il ladrocinio da parte degli Stati Uniti delle proprietà della sua ambasciata in quel paese, come la sede del consolato di San Francisco, ed ha ricordato che non ha mai dato il permesso di ritirare l'immunità diplomatica.

Non abbiamo neanche dato nessuna autorità per fare perquisizioni in tali strutture, quindi l’azione delle agenzie di sicurezza nordamericane in queste proprietà costituisce un oltraggio senza precedenti, dice una nota del ministero degli Esteri russo.

“Agenti federali degli Stati Uniti che sono entrati oggi nella proprietà della missione diplomatica russa in nessun momento sono stati invitati”, mette in luce il documento ufficiale.

Il 2 settembre, gli Stati Uniti hanno ordinato di lasciare il consolato e le sedi di rappresentazioni commerciali della Russia a Washington e New York, ed a ciò seguì una forte protesta di Mosca ed un avvertimento di una possibile risposta.

Gli statunitensi hanno fatto ciò come una presunta risposta alla decisione di Mosca di richiedere la riduzione dello staff nordamericano in questo paese, da circa 1300 a 455, per stabilire la parità con il personale russo nel paese del nord.

Ma questa misura in realtà è arrivata come risposta tardiva all’espulsione di 38 diplomatici russi e le loro famiglie, che è stata annunciata il 28 dicembre scorso dall’amministrazione democratica di allora di Barack Obama, e gli aveva dato solo 72 ore.

La decisione di Obama è stata giustificata da una presunta partecipazione della Russia in azioni di intromissione, con i suoi hacker, nel processo politico nordamericano, in particolare nella sua campagna elettorale.

Ig/omr/to

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE