venerdì 12 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Stati Uniti: democratici rinnovano gli appelli per il controllo delle armi dopo la sparatoria

Washington, 2 ott (Prensa Latina) I democratici hanno lanciato oggi nuovi appelli al Congresso ed alla Casa Bianca per imporre nuove restrizioni alle vendite di armi, dopo la sparatoria in massa più letale registrata nel paese, successa ieri sera a Las Vegas.

“Per quanto tempo lasceremo ancora che la violenza armata distrugga le famiglie? Basta! Il Congresso e la Casa Bianca dovrebbero agire adesso per salvare vite umane. Non c’è scusa per l’inerzia”, ha scritto l’ex CEO Joe Biden su Twitter.

“Il nostro dolore non è sufficiente. Possiamo e dobbiamo mettere da parte la politica, affrontando l’Associazione Nazionale delle Armi da Fuoco, e lavorare insieme per cercare di evitare che ciò accada di nuovo”, ha detto l’ex candidata presidenziale del partito azzurro Hillary Clinton.

Jim Himes, un congressista democratico del Connecticut, ha affermato che i membri del governo “abbiamo le mani sporche di sangue” finché non verranno intraprese misure per prevenire futuri atti di violenza con armi.

“Dopo la sparatoria al Pulse, una discoteca di Orlando, mi sono rivolto al Congresso per la sua continua inattività contro lo spargimento di sangue senza fine, non solo nella sparatoria di massa, ma nella violenza armata incessante che affligge decine di migliaia di nordamericani ogni anno”, ha detto.

Seth Moulton, il suo collega del Massachusetts, ha detto che non avrebbe partecipato ad un momento di silenzio sul pavimento della Camera dei Rappresentanti per le vittime della strage, che finora ha lasciato 58 morti e 515 feriti.

Moulton ha spinto il Congresso ad approvare una legge di controllo delle armi nel passato, ed è stato uno dei tanti democratici che ha fatto un sit-in sul pavimento della Camera dopo la sparatoria del giugno 2016 a Orlando, in Florida, dove sono morte 49 persone.

“Tragedie come quelle di Las Vegas sono state perpetrate troppe volte. Dobbiamo discutere su come fermare la violenza armata. Ne abbiamo bisogno adesso!”, ha detto la senatrice Elizabeth Warren (Massachusetts).

Il senatore Ben Cardin (Maryland) ha dichiarato che il Congresso dovrebbe agire. “Le armi automatiche non sono necessarie per cacciare cervi o anatre, ma per uccidere le persone”.

Qualsiasi tentativo di inasprire le leggi sul controllo delle armi o di estendere dei controlli approfonditi sui compratori affronta una battaglia molto difficile nel Campidoglio, dove i repubblicani controllano entrambe le camere.

Ig/omr/mar

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE