martedì 16 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Il pensiero economico del Che è vigente, afferma Carlos Tablada

Vallegrande, Bolivia, 9 ott (Prensa Latina) La validità del pensiero economico del Che sopravvive oggi in milioni di cubani che resistono al bloqueo degli Stati Uniti e nelle migliaia di medici in missione internazionalista, affermò l'investigatore cubano Carlos Tablada. 

 
L’autore del testo “Il pensiero economico del Che” conversò con Prensa Latina a Vallegrande sul lascito di Ernesto Che Guevara nello sviluppo della società cubana. 
 
“L’ideologia del Guerrigliero Eroico può percepirsi oggi in una Cuba che, malgrado le situazioni dure che sta vivendo, il paese continua in funzione delle persone e non si è mai messo il popolo in funzione del mercato”, ha detto lo scrittore. 
 
Inoltre spiegò che non si può capire la visione economica del Che, senza prima studiare il Comandante in Capo, Fidel Castro e l’apostolo, Josè Martì. 
 
“Dobbiamo partire dalla base; ed uno dei maestri del Che è stato Fidel. Quando incominciai a studiare il pensiero di Guevara, mi resi conto che non poteva essere compreso senza prima conoscere il nostro Comandante e la sua concezione di una società giusta”. 
 
Quando c’addentriamo nel pensiero del Che comproviamo la validità che ha, e questo non è assolutamente strano, perché il Che, come il suo maestro Fidel, è un visionario, un uomo capace di osservare oltre l’immediato”, espresse Tablada. 
 
“Ambedue, come si percepisce oggi con grande chiarezza, hanno previsto molte cose, che il trascorrere della storia sta confermando. Del pensiero del Che Guevara l’umanità si può nutrire, perché lui entrò profondamente nella natura dei problemi”, disse. 
 
In Cuba si mantengono vari dei pilastri esposti dal Che, come la partecipazione cittadina nell’approvazione dei cambiamenti, economici, sociali e politici; come la pianificazione dell’economia che non significa centralizzazione, segnalò l’intellettuale a questa agenzia. 
 
Non si può considerare il Che, emerse, solo come un gran studioso del marxismo-leninismo e del Sistema Preventivo di Finanziamento creato da lui stesso, che rispose alle necessità concrete della prima tappa della Rivoluzione. 
 
D’accordo con Tablada, Fidel Castro ed Ernesto Guevara espressero fin dai primi anni della decade degli anni 60 la necessità dell’analisi critica nella costruzione del socialismo e denunciarono i pericoli che si incontrano a camminare per le strade tracciate dal capitalismo, qualcosa in cui la vita ha dato loro la ragione, mirò. 
 
Inoltre, espresse che l’economia cubana è “di guerra”, sempre assediata dal governo degli Stati Uniti, e tuttavia, continua ad essere una dimostrazione di dignità per tutta l’America Latina e per il mondo. 
 
Ig/cdg

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE