lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Risultato dell’autopsia nel caso Maldonado sarà pronto la prossima settimana

Buenos Aires, 3 nov (Prensa Latina) In mezzo alle speculazioni che continuano ad affiorare, l'avvocato querelante dell'Associazione dei Professionisti in Lotta (Apel) nella causa del giovane Santiago Maldonado, Liliana Alaniz, annunciò oggi che il risultato dell'autopsia si conoscerà  venerdì prossimo. 

 
In dichiarazioni a Radio el Mundo, l’avvocata ha osservato che la causa “è bloccata”, dopo ratificare che questo caso si tratta di “una sparizione forzata aggravata con la morte”. 
 
“Nell’ipotesi che Santiago sia morto soffocato, noi non possiamo togliere la responsabilità alla gendarmeria perché si è prodotto questo risultato di morte per la repressione e la persecuzione che si svolsero sulle rive del fiume” sostenne. 
 
D’altra parte risaltò che “non sappiamo ancora esattamente il giorno della morte e la meccanica di quella morte e quanto tempo è stato nel fiume Chubut”. 
 
L’avvocata, una dei vari querelanti nel caso, ha raccontato che nelle ultime ore ritornò a Chubut, dove morì Santiago, ed ha considerato che “c’è un ermetismo troppo grande”. 
 
Soli due giorni fa il popolo argentino ritornò ad uscire sulle strade per esigere giustizia e verità per il giovane tatuatore, di 28 anni, trovato morto galleggiando nel fiume dopo 78 giorni di ricerca, dopo gli eventi del 1º agosto, mentre stava accompagnando la lotta del popolo mapuche Pu Lof in Resistenza, che reclamano le loro terre ancestrali occupate illegalmente dal milionario italiano Benetton. 
 
Ig/may

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE