mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Fronte Polisario condanna intransigenza del re marocchino

Algeri, 9 nov (Prensa Latina) L'Ufficio Permanente del Fronte Polisario ha qualificato come intransigente il discorso del re del Marocco, Mohamed VI, in un comunicato pubblicato oggi. 

 
Oggi, il monarca ha reiterato che “qualunque soluzione sul Sahara Occidentale deve contemplare la sovranità piena del Marocco sul suo Sahara e l’iniziativa di autonomia presentata dal suo governo”. 
 
Il discorso è stato pronunciato nel 42ºanniversario della marcia verde, con cui il regno magrebino ha invaso il Sahara Occidentale al termine della dominazione coloniale spagnola, ed ha sottolineato che la ricorrenza “è l’opportunità di rinforzare lo spirito di mobilitazione collettivo”. 
 
Il Fronte Polisario risponde affermando che “il discorso del re riflette imprudenza e frustrazione, frutto delle sconfitte che ha sofferto Marocco”, e continua ricordando che “l’unica uscita dal conflitto è la piena indipendenza del popolo saharawi e la sua sovranità, soprattutto nel territorio della Repubblica Araba Saharawi Democratica, come lo richiedono la Carta e le risoluzioni delle Nazioni Unite e dell’Unione Africana”. 
 
Aggiunge che, nel settimo anniversario del selvaggio smantellamento dell’Accampamento di Gdeim Izik, elogia “il carattere civilizzato e pacifico” di quell’installazione, distrutta dalle unità militari dell’occupante marocchino. 
 
Il Fronte Polisario ha concluso ricordando “l’eroica resistenza de L’Intifada dell’Indipendenza”, ed ha sollecitato all’ONU ed alla comunità internazionale di assumere le sue responsabilità per la liberazione dei prigionieri politici di Gdeim Izik e di tutti i carcerati politici saharawi”. 
 
Ig/msl

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE