venerdì 12 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

La CIA ha considerato i piani di Posada Carriles come terroristici contro Cuba

Washington, 15 nov (Prensa Latina) La CIA degli Stati Uniti ha considerato i piani del criminale confesso Luis Posada Carriles come terroristici ed aveva le prove della sua partecipazione all’attentato contro un aereo cubano, secondo ha rivelato oggi la stampa statunitense.

Archivi recentemente declassificati in questo paese dell’inchiesta sull’assassinio del presidente John F. Kennedy contengono il file segreto del terrorista di origine cubana, informatore della CIA, dove è stato considerato così pericoloso che la stessa agenzia lo sorvegliava.

Quando è esploso nel 1976 alle Barbados un aereo di Cubana de Aviacion con 73 persone a bordo, a seguito di un attentato di cui Posada è considerato la mente criminale, la CIA era molto preoccupata che la sua relazione con lui diventasse pubblica.

Secondo il quotidiano El Nuevo Herald, che ha esaminato i file declassificati, una sintesi della CIA del luglio 1977 ha realizzato un incontro nella Repubblica Dominicana tra Posada, Orlando Bosch ed altri individui con il maggiore dell’Esercito statunitense di origine cubana Juan Armand Montes.

Il documento descrive Bosch come “il leader terrorista degli esiliati cubani” e cita un colonnello dominicano, che pensava che l’obbiettivo della riunione era quello di discutere distinti piani terroristici, come “piazzare delle bombe in aerei cubani ed in missioni diplomatiche dell’isola” .

Inoltre pensavano sabotare navi cubane e sovietiche, rapire l’ambasciatore cubano presso le Nazioni Unite ed uccidere il funzionario cubano Carlos Rafael Rodriguez a Lisbona, in Portogallo.

La CIA era anche consapevole di spedizioni di armi agli insorti della Guyana nel 1969, della partecipazione di Posada nel tentativo di rovesciare il Governo del Guatemala e il suo ruolo in diversi complotti per assassinare il leader storico della Rivoluzione cubana, Fidel Castro.

Posada, che rimane libero a Miami nonostante le continue accuse di Cuba per le sue attività terroristiche e le richieste di estradizione del Venezuela, è stato arrestato con Bosch in Venezuela quando sono stati identificati come i principali organizzatori dell’attentato contro l’aereo di Cubana.

I venezuelani Hernan Ricardo Lozano e Freddy Lugo, reclutati come autori materiali del reato, sono stati arrestati a loro volta a Trinidad e Tobago, come i principali sospettati.

“Al momento, la stazione non ha nessuna prova convincente che colleghino direttamente gli agenti W-3, W-1 o Ricardo Morales Navarrete all’attentato del 6 ottobre 1976 … Dei tre, W-3, Posada,  sembra essere stato più coinvolto per l’assistenza possibile a Hernan Ricardo Lozano e/o Freddy Lugo”, ha detto un memorandum dell’ottobre 1976.

Secondo il testo dell’Herald, la CIA era consapevole delle prove che incriminavano Posada, anche se sono state considerate “circostanziali”.

Un altro documento segreto ha sottolineato che le autorità venezuelane avevano “prove dell’implicazione del soggetto 201-300.985 [numero di identificazione della CIA di Posada] nell’esplosione dell’aereo cubano”.

Pochi giorni dopo l’attentato, la CIA ha anche ottenuto informazioni sui commenti che aveva fatto Posada in una cena: “attaccheremo un aereo cubano”e “Orlando ha i dettagli”.

Dalle informazioni fornite dall’agenzia, il Dipartimento di Stato ha concluso che Posada sembrava essere “la persona che ha architettato il sabotaggio” dell’aereo, un fatto per il quale le autorità statunitensi non lo hanno mai accusato.

Ig/omr/mar

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE