mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

L’opposizione venezuelana sarà assente dal dialogo in Repubblica Dominicana

Caracas, 15 nov (Prensa Latina) I settori oppositori venezuelani hanno confermato oggi che non parteciperanno al dialogo convocato nella Repubblica Dominicana con il Governo del Presidente Nicolas Maduro.

Il deputato dell’Assemblea Nazionale, Luis Florido, ha annunciato che il processo di dialogo previsto per oggi in Repubblica Dominicana non si potrà concretizzare perché, ha affermato, i rappresentanti del Governo nazionale non hanno invitato i ministri degli esteri che sarebbero stati testimoni e partecipanti all’incontro.

“Abbiamo proposto di avviare il processo di negoziazione, la risposta del Governo è stata che iniziava il 15 novembre. Che cosa abbiamo visto? Il fatto che finora i ministri degli esteri non siano stati invitati, quindi, il processo di negoziazione internazionale non può aver luogo fino a quando i cancellieri non saranno presenti”, ha sottolineato.

Il politico ha assicurato che la Mensa d’Unità Democratica (MUD) sta cercando una data in cui tutte le parti possano partecipare per avviare il processo con un inizio positivo e, una volta che questo accada, sarà un processo breve.

Nel frattempo, la delegazione governativa guidata da Jorge Rodriguez dovrebbe viaggiare mercoledì in Repubblica Dominicana, proprio come l’ha fatto il 27 settembre, quando la MUD non ha neanche partecipato.

D’altra parte, la MUD continua a diminuire la sua popolarità ed oggi Richard Blanco, presidente del partito Alianza al Bravo Pueblo, ha detto che la coalizione “è deceduta”, così insieme a Vente Venezuela ha deciso di creare una nuova fazione all’interno dell’Assemblea Nazionale (AN ), un’istanza che rimane in oltraggio rispetto agli ordini giudiziari.

Nelle dichiarazioni all’Union Radio, Blanco ha affermato che la coalizione di opposizione già da otto mesi non si riunisce con tutti i fattori che la compongono ed ha respinto il fatto che il nuovo gruppo politico che lui promuove sia accusato di alimentare ulteriori divisioni all’interno dell’opposizione.

“Non può essere un divisionista colui che ha detto, per iscritto, in riunioni private, che non siamo d’accordo con alcune cose di forma e sostanza, come il dialogo”, ha sostenuto Blanco.

Ig/omr/lb

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE