venerdì 12 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Canada: Trudeau offrirà le scuse per discriminazione agli omosessuali

Ottawa, 28 nov (Prensa Latina) Il primo ministro canadese, Justin Trudeau, presenterà oggi le scuse formali davanti ai membri della comunità lesbica, gay, bisessuale e trans-genere (LGBT) colpiti dalle azioni repressive dei governi anteriori, specialmente contro gli impiegati pubblici. 

 
Dalla decade degli anni 50 fino al 1992, migliaia di lavoratori federali sono stati licenziati per la loro orientazione sessuale come parte di una purga per supposte ragioni di sicurezza nazionale durante la chiamata Guerra Fredda. 
 
Tra le vittime c’erano membri delle forze armate a chi è stato diagnosticato che soffrivano di “personalità psicopatica con sessualità anormale”. 
 
Le autorità sostenevano che gli omosessuali che integravano la Reale Polizia a Cavallo del Canada (RCMP) ed altre entità simili erano esposti a possibili azioni di ricatto da parte degli organismi di intelligenza stranieri. 
 
Un’unità della RCMP aveva ricevuto la missione di scoprire e licenziare gli impiegati governativi per la loro orientazione sessuale, e perfino si realizzavano prove con immagini pornografiche di persone dello stesso sesso per valutare le reazioni dei sospetti, emerge questo martedì la catena CBC News. 
 
Queste valutazioni ebbero luogo fino alla decade degli anni 60, quando gli archivi della polizia disponevano di un database con più di nove mila nomi di funzionari che si supponeva che fossero omosessuali. 
 
Tra le sanzioni che erano applicate loro c’era l’espulsione, rimozione ad un incarico inferiore, negazione di opportunità di promozioni, obbligarli a vivere una doppia vita ed altre forme di discriminazione sistematica. 
 
La Camera dei Comuni ha approvato nel 1969 un progetto legislativo che, tra le altre cose, ha depenalizzato l’omosessualità, ma le attività discriminatorie si mantennero durante varie decadi. 
 
In giugno del 2016 il gruppo Egale Canadà, che difende i diritti dei LGTB, ha pubblicato una relazione con i dettagli sulle azioni di discriminazione sistematica ed ha proposto un gruppo di raccomandazioni, includendo una scusa formale che doveva emettere il Governo federale, e che inoltre prevede concedere più di 100 milioni di dollari per le vittime come risarcimento. 
 
Ig/rgh

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE