lunedì 15 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Drastica riduzione nella breccia dei risultati elettorali in Honduras

Tegucigalpa, 29 nov (Prensa Latina) Il Tribunale Supremo Elettorale (TSE) di Honduras ha riportato oggi una drastica riduzione nella breccia tra il candidato oppositore dell’Alleanza di Opposizione contro la Dittatura, Salvador Nasralla, ed il presidente ed aspirante la rielezione, Juan Orlando Hernandez.

Secondo il TSE, dopo aver contato il 75,39 % dei seggi elettorali, Nasralla otteneva un 42,63 % dei voti, mentre Orlando Hernandez raggiungeva il 41,66 % che rappresenta meno di un punto di differenza.

In questo modo, il vantaggio del candidato oppositore, di cinque punti dell’inizio, è stato diminuito sorprendentemente, nonostante diversi politici ed analisti davano questa distanza come una tendenza irreversibile.

D’altra parte, il presidente del TSE, il magistrato David Matamoros, ha sottolineato che i dati stanno cambiando continuamente.
Ha assicurato che il tribunale non cambierà i risultati delle elezioni, che si sono svolte domenica scorsa.

Nonostante, Nasralla ha avvertito che il TSE potrebbe stare ritardando i risultati per favorire il Orlando Hernandez.

Su questo punto il candidato dall’Alleanza dell’Opposizione contro la Dittatura ha affermato che non permetterà che nessuno gli rubi il trionfo nelle elezioni ed ha fatto un appello a varie organizzazioni internazionali, inclusa l’ONU, a nominare delle squadre per indagare un presunto broglio.

Nel frattempo, l’insinuazione di un possibile golpe elettorale honduregno prende forza all’interno ed all’estero del paese, mentre la tensione e l’incertezza aumentano.

Al riguardo la Conferenza Permanente dei Partiti Politici dell’America Latina e dei Caraibi (Copppal), ha messo in allerta ieri che bisogna stare attenti a queste “insinuazioni preoccupanti ed inquietanti” che indicano una possibilità antidemocratica.

In un rapporto la Conferenza ha sostenuto che il golpe potrebbe darsi quando il TSE offra i risultati finali e pretenda convincere ad un settore delle forze armate a disconoscere il trionfo di Nasralla.

Al momento restano per processare, secondo l’organizzazione elettorale, circa il 24 % dei seggi. Con un 0,97 % di differenza qualsiasi cosa potrebbe accadere.

Ig/omr/acl

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE