martedì 16 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cercano stabilità nella produzione petrolifera a Cuba

L'Avana, 15 dic (Prensa Latina) Lo sviluppo delle potenzialità energetiche a Cuba cerca a stabilizzare le produzioni petrolifere oggi, una strategia esemplificata da una raffineria nella provincia centrale di Cienfuegos.

Quell’ impianto, battezzato come Camilo Cienfuegos (nome di un eroe rivoluzionario) è stato riattivato da 10 anni fa, il 21 dicembre 2007, ora con passi firmi nella lavorazione del petrolio e nel miglioramento dei suoi indicatori, ha riflesso un rapporto dell’Agencia Cubana de Noticias (ACN).

A questo proposito, il direttore generale di suddetta industria, Hemenegildo Montalvo, ha dichiarato che durante questo decennio hanno lavorato con un livello di operazioni vicino agli indicatori della progettazione dell’impianto, molto stabile e con un successo nei loro piani di produzione.

L’anniversario della raffineria punta alle novità, come il culmine della cooperazione mista con l’azienda venezuelana PDVSA, quindi che si trasformi ora in una società mercantile cubana al cento per cento, diretta soltanto dalla Union Cuba Petroleo (Cupet).

Ha affermato che hanno ottenuto ottimi risultati nelle rese dei derivati ​​preziosi, e negli indicatori di efficienza.

Ha detto che all’interno del processo di raffinazione semplice che l’industria possiede, il costo di produzione globale è tra quattro o cinque dollari, molto vicino ai livelli mondiali.

Ha manifestato che la qualità del prodotto finale è molto buona, perché ottengono un combustibile con gli standard richiesti per i gruppi elettrogeni e le centrali termoelettriche cubane.

Ciò dimostra che il processo di riattivazione dell’industria raffinatrice  ha richiesto tutto il rigore, al punto da raggiungere il compimento anno dopo anno, ha puntato il direttore generale.

Un’altra delle sfide produttive citate dal responsabile è l’elaborazione del petrolio di diverse qualità, che conferma la capacità dell’impianto di ammettere carburanti di gradi medi e leggeri.

Il 21 dicembre 2007, i presidenti del Venezuela Hugo Chavez, e di Cuba Raul Castro, hanno riaperto la fabbrica, nell’ambito dei progetti dell’Alleanza Bolivariana per i Popoli della Nostra America (ALBA).

Dopo il ritiro dell’azienda venezuelana PDVSA dallla compagnia mista Cuvenpetrol, da agosto 2017, la Raffinaria di Petrolio a Cienfuegos opera come un’entità statale completamente cubana.

Il quotidiano locale´5 de Septiembre´ ha osservato che nel corso del 2017 l’azienda petrolifera statale ha elaborato otto milioni di barili di petrolio. Con la collaborazione di PDVSA, l’impianto è riuscito a spostare fino a 65.000 barili di petrolio al giorno (bpd).

omr/rfc

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE