sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Siria espellerà i terroristi dalle aree occupate

Damasco, 19 dic (Prensa Latina) Il ministro per la Riconciliazione Nazionale, Ali Haidar, ha affermato che il Governo siriano ha preso una decisione importante di sloggiare con tutti i mezzi possibili i gruppi armati nelle zone che occupano, hanno divulgato oggi i mass media.

“Tale progresso sarà portato a termine sia dalle azioni militari o dalla politica di riconciliazione in aree locali”, ha sostenuto il funzionario in una riunione nella regione del Ghouta Orientale, a Damasco Rurale, con i membri dei Comitati di Riconciliazione.

Secondo Haidar, l’obiettivo delle misure è che i gruppi estremisti siano espulsi dalle aree occupate per il ritorno sicuro ai loro luoghi di origine di centinaia di sfollati e di emigranti.

Dopo aver negato le voci sull’uscita negoziata dei terroristi del Fronte per la Liberazione del Levante, ex Fronte al-Nusra, delle aree del Ghouta Orientale, ha considerato che il raggiungimento degli accordi con le aggregazioni radicali è complicato perché questi gruppi sono succubi dei paesi della regione.

Ha inoltre dichiarato l’esistenza di controversie interne tra i gruppi armati nel Ghouta Orientale, che, a suo avviso, riflette il conflitto esistente tra gli stati finanziatori.

L’Esercito dell’Islam è subordinato all’Arabia Saudita, Failaq Rahman dipende dal Qatar, mentre il Fronte al-Nusra, che si trova nel nord della Siria, è un’appendice della Turchia, ha avvertito la fonte.

Alla presenza del generale Viktor Bankov, del Centro di Coordinamento russo a Hemeimem, il rappresentante del governo siriano ha affermato che il coordinamento ed il lavoro con tale organizzazione rimangono in vigore e procedono nel migliore dei modi.

Ha ringraziato, a tale riguardo, per il sostegno russo, non solo nel settore della riconciliazione nazionale, ma anche nella lotta militare contro il terrorismo.

Ig/omr/obf

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE