domenica 21 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Russia denuncia la prepotenza degli USA davanti alla loro perdita di podere nel mondo

Mosca, 15 gen (Prensa Latina) Russia ha denunciato oggi la svalutazione del diritto internazionale ed i metodi egemonici degli Stati Uniti per imporre ad altri un ordine unilaterale, col fine di frenare la loro perdita di podere politico e commerciale nel mondo. 

 
Washington non vuole ascoltare quello che propongono gli altri centri della politica internazionale e, per ciò, cerca di ostacolare la riaffermazione di un mondo multipolare, ha dichiarato il ministro russo di Relazioni Estere, Serguei Lavrov. 
 
Per ciò applica metodi che non sono per niente legittimi, compreso lo sviluppo del suo scudo antimissili in tutto l’orbe o l’applicazione di sanzioni unilaterali ed altre opzioni, senza fermarsi davanti a niente, ha segnalato nella sua conferenza annuale con i mezzi di comunicazione stranieri. 
 
Assistiamo per questa causa ad una svalutazione del diritto internazionale, perché davanti al tono minacciante degli Stati Uniti molti paesi scommettono sull’aumentare il loro potenziale militare per garantire la sua sovranità, ha considerato. 
 
Per questo motivo, anche noi facciamo enfasi nella difesa dei nostri interessi, compresi gli imprenditoriali, ha indicato. 
 
Allo stesso tempo, patrociniamo per la difesa di un ordine mondiale, insieme ad altre forze costruttive, basata in valori di giustizia ed equità, per frenare la degradazione del diritto internazionale ed evitare così il suo squilibrio, affinché non tenda al caos ed al confronto, ha sentenziato Lavrov. 
 
Come ha detto il presidente russo, Vladimir Putin, gli Stati Uniti si arrogano il diritto dell’esclusività. Di tutto ciò ha parlato apertamente l’ex presidente Barack Obama ed ora l’élite politica nordamericana sembra seguire la stessa ideologia, ha spiegato il cancelliere. 
 
Si tenta di difendere una supposta esclusività del ruolo degli Stati Uniti nell’orbe, ma non precisamente mediante una competizione onesta, ha assicurato il titolare di Relazioni Estere. 
 
Nella misura che perde posizioni come centro finanziario e di influenza politica, invece di cercare la soluzione dei problemi comuni, gli Stati Uniti usano metodi illegali contro quelli che possano contribuire alla riduzione del loro ruolo in politica estera, ha affermato. 
 
Washington smette di essere un leader della crescita economica nell’orbe, per ciò ricorre alla minaccia, all’ultimatum ed alla punizione, con sanzioni con un carattere sempre di più extraterritoriale, ha sentenziato. 
 
La Casa Bianca dimostra una paura della competizione libera, compreso nella sfera energetica, quando tenta imporre nel mercato europeo il suo gas di scisto, in sostituzione del gas naturale russo. Per questo fanno pressioni per la sospensione del progetto del gasdotto Torrente Nord 2, ha denunciato. 
 
Il gasdotto porta il citato combustibile da impianti nell’ovest della Russia, attraverso il mare Baltico, fino ad un magazzino in Germania, senza passare per il sistema del gasdotto ucraino. 
 
Ig/to

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE