venerdì 19 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Rivelazioni sul tentativo di omicidio di Maduro accaparrano stampa venezuelana

Caracas, 19 gen (Prensa Latina) La stampa venezuelana sottolinea oggi la denuncia del vicepresidente Jorge Rodriguez sui piani di assassinio contro il presidente Nicolas Maduro ed altri dirigenti governativi della cellula terroristica smantellata lunedì scorso. 

 
Dalla Repubblica Dominicana, il capo della delegazione dell’esecutivo bolivariano per i dialoghi con l’opposizione ha rivelato che il gruppo terroristico pretendeva assassinare anche il ministro della Difesa, Vladimir Padrino, ed il vicepresidente esecutivo Tareck El Aisami, hanno rivelato i mezzi informativi. 
 
Nella mira della banda criminale c’erano, inoltre, il pubblico ministero generale, Tarek William Saab; ed il primo vicepresidente del Partito Socialista Unito del Venezuela (Psuv), Diosdado Cabello, d’accordo col vicepresidente per la Comunicazione, la Cultura ed il Turismo. 
 
Ha assicurato che il gruppo pericoloso, diretto da Oscar Perez, aveva piani per ammazzare inoltre i dirigenti dell’opposizione venezuelana che erano considerati “traditori”, oltre ad attaccare “un’ambasciata ubicata all’est di Caracas”. 
 
Inoltre, il ministro per la Comunicazione e l’Informazione ha riconosciuto il lavoro nello smantellamento del gruppo terroristico da parte dei corpi di sicurezza venezuelani, che, ha affermato, non hanno vincoli col processo di dialogo. 
 
Allo stesso modo, Rodriguez si è dispiaciuto che la rappresentazione contraria alla Rivoluzione bolivariana non partecipasse all’incontro in Santo Domingo, concordato ieri.  
 
Il gruppo violento pretendeva detonare autobombe in luoghi pubblici, tra le altre azioni violente, per seminare la paura e la morte nel popolo venezuelano. 
 
Durante l’operativo per la sua disarticolazione sono stati uccisi due agenti della Polizia Nazionale Bolivariana ed altri sono stati feriti mentre si negoziavano le condizioni della resa, momento di cui hanno approfittato i terroristi per attaccare gli agenti armati. 
 
Quindi, si è sviluppato uno scontro armato che è terminato con la morte di sette terroristi e la detenzione di altre 6 persone vincolate con la banda criminale. 
 
Ig/lrd

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE