domenica 14 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Ufficio dei diritti umani dell’ONU preoccupato per la violenza in Honduras

Nazioni Unite, 22 gen (Prensa Latina) L'Ufficio dell'Alto Delegato delle Nazioni Unite per i diritti umani ha affermato che è preoccupato per il rischio di una maggiore agitazione in Honduras, dove continuano le tensioni dopo i suffragi presidenziali di novembre. 

 
Fino ad oggi, 38 persone sono morte durante le proteste dopo le elezioni e la maggioranza erano civili, ha denunciato questo organismo dell’ONU. 
 
Per questo motivo, ha chiesto a tutti i partiti politici, i mezzi di comunicazione e rappresentanti della società civile di astenersi da qualsiasi dichiarazione che possa interpretarsi come un incitamento alla violenza. 
 
Ha anche esortato al Governo di evitare l’uso della polizia militare e le forze armate nelle manifestazioni, ed ha aggiunto che dovrebbe esistere una responsabilità pubblica per qualsiasi uso della forza letale. 
 
Dopo le irregolarità nei suffragi del 26 novembre, migliaia di honduregni sono usciti sulle strade per esprimere il loro rifiuto, ma la polizia ha represso brutalmente le manifestazioni. 
 
Poco dopo, il Governo di Tegucigalpa ha dichiarato lo stato di emergenza ed ha sospeso i diritti fondamentali. 
 
Inoltre, il coordinatore generale della Partito Libertà e Rifondazione (Libre) ed ex presidente dell’Honduras, Manuel Zelaya, ha sollecitato questo lunedì di continuare con le proteste nel territorio nazionale. 
  
“Le mobilitazioni sono un nostro diritto costituzionale a protestare contro la frode e devono continuare a livello nazionale fino a culminare il 27 con lo sciopero nazionale”, ha ricordato nel suo account di Twitter. 
 
L’Alleanza dell’Opposizione contro la Dittatura ha convocato ad uno sciopero nazionale, dal 20 fino al 27 gennaio, in rifiuto ai risultati del passato 26 novembre. 

Ig/ifb

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE