domenica 14 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Venezuela dichiara persona non gradita l’ambasciatore spagnolo

Caracas, 25 gen (Prensa Latina) Venezuela ha dichiarato oggi persona non gradita l'ambasciatore spagnolo, Jesus Silva, come misura diplomatica per le reiterate intromissioni del governo del paese europeo nei temi interni della nazione sud-americana. 

 
In un comunicato il cancelliere venezuelano, Jorge Arreaza, ha spiegato che la decisione del governo si deve a “le continue aggressioni e ricorrenti atti di ingerenza nei temi interni del nostro paese, da parte del Governo Spagnolo”. 
 
Espresse anche il suo rotondo rifiuto alle dichiarazioni del presidente del Governo spagnolo, Mariano Rajoy, “in relazione con le misure restrittive che ha applicato in maniera erratica ed unilaterale l’Unione Europea (UE) contro alti funzionari e capi di poteri pubblici venezuelani”. 
 
Arreaza ha indicato che Rajoy ha visitato in settembre il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, per ricevere istruzioni ed impegnarsi ad assumere la leadership della cospirazione in Europa contro la sovranità ed indipendenza del popolo venezuelano. 
 
Ha criticato, inoltre, che il capo del Governo spagnolo abbia desiderato ai venezuelani gli stessi destini degli spagnoli; dal momento che ha affermato che Spagna è una dei paesi più disuguali dell’Europa. 
 
“Sono innumerevoli gli sfratti giornalieri che negano il diritto all’abitazione a decine di migliaia di famiglie umili, per favorire la banca ed aziende immobiliari”, ha esposto il capo della diplomazia del Venezuela come esempio dei problemi che angosciano questa popolazione europea, e di cui si è dispiaciuto. 
 
In contrasto, ha affermato che fortunatamente i venezuelani non soffrono le conseguenze di simili politiche di Stato. 
 
“Anche se siamo in difficoltà economica, il Presidente Nicolas Maduro ha aumentato l’investimento sociale. (…) L’educazione e la salute nel nostro paese costituiscono diritti universali garantiti dallo Stato che si sono democratizzati ancora di più”, ha concluso. 
 
Ig/lrd

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE