venerdì 12 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Putin convoca i siriani a cercare una visione collegiale per la pace

Sochi, Russia, 30 gen (Prensa Latina) Le forze costruttive siriane devono porsi il compito di elaborare una visione collegiale per uscire dalla crisi ed abbozzare cambiamenti che permettano ai loro cittadini di vivere in pace, ha affermato oggi il presidente russo, Vladimir Putin. 

 
In un messaggio al Congresso del Dialogo Nazionale Siriano che si svolge a Sochi, il mandatario russo ha detto che questo forum è stato indetto per unire nuovamente il popolo siriano, dopo quasi sette anni di conflitto armato che ha provocato la morte di centinaia di migliaia di individui ed ha obbligato milioni di persone ad abbandonare la loro Patria.  
 
Ora abbiamo una buona opportunità per frenare la guerra fratricida in Siria e fermare per sempre il terrorismo, per ritornare alla vita pacifica, considera il mandatario russo nel suo messaggio che ha letto il capo della diplomazia di questo paese, Serguei Lavrov. 
 
Russia continua a lavorare per garantire una pace duratura in Siria ed il rinforzo della sua sovranità ed integrità territoriale, afferma il capo di Stato russo, citato da Lavrov, che è stato interrotto in varie occasioni per acclamazioni dei presenti. 
 
Con l’appoggio della nostra forza aerea, l’esercito siriano ha sconfitto i gruppi armati del movimento estremista Isis, che ha cercato in vano di trasformare questo paese in una piattaforma per il terrorismo. 
 
All’appuntamento a Sochi assistono più di mille delegati del Governo e dell’opposizione siriani. 
 
Grazie al processo di conversazioni per Siria ad Astanà, dove partecipano come garanti Russia, Iran e Turchia, si crearono e funzionano zone di distensione nello stato mediorientale, ha sottolineato Putin. Ciò deve garantire un cessate il fuoco per passare alla ricostruzione dell’infrastruttura sociale ed economica, per recuperare la fiducia tra i siriani, per lasciare indietro una pagina tragica nella storia della nazione mediorientale, sottolinea il documento letto da Lavrov. 
 
Inoltre, è necessario un dialogo tra i siriani realmente effettivo ed una soluzione politica, con il ruolo di mediazione dell’ONU ed il compimento dei compromessi davanti alla comunità internazionale, compresa la risoluzione 2254 del Consiglio di Sicurezza dell’ONU, afferma il Presidente. 
 
Proprio per questo motivo, Russia ha organizzato il congresso che ha ricevuto l’appoggio delle Nazioni Unite, indica il capo di Stato nel suo saluto. 
 
Insieme con Turchia ed Iran, i nostri soci del processo negoziatore di Astanà, con la Lega Araba e nazioni vicine, ci sforziamo per ottenere la maggiore rappresentatività in questo congresso. 
 
Solo il popolo siriano ha diritto di determinare il suo futuro, ha condannato Putin. 
 
La riunione è incominciata quasi con due ore di ritardo nel Centro dei Congressi del Parco Olimpico di questa città russa meridionale. 
 
Ig/to

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE