domenica 21 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Russia fa un appello agli USA affinché riconsiderino la nuova attivazione della Dottrina Monroe

Mosca, 5 feb (Prensa Latina) Russia ha sollecitato oggi agli Stati Uniti di riconsiderare i loro annunci di riprendere la Dottrina Monroe ed a rispettare la sovranità ed i temi interni del Venezuela e Cuba, e si è offerta per erigere ponti e non muri con l'America Latina. 

 
La cancelleria russa ha fatto riferimento a recenti dichiarazioni del segretario nordamericano di Stato, Rex Tillerson, nell’Università del Texas, dove lancia come principale messaggio il proposito di riprendere una dottrina che nel 2025 compie 200 anni: America per gli americani. 
 
Ma il mondo è cambiato ed anche America latina che ora guarda con orgoglio un principio del Libertador Simon Bolivar: “ogni Stato ha diritto di selezionare il sistema di governo che desideri e gli altri Stati devono rispettare questa scelta”. 
 
La frase è registrata all’entrata del Palazzo di San Carlos, attuale sede della cancelleria della Colombia, e possiede molta validità analizzando ora la situazione in Venezuela e la dinamica interna della vita in Cuba, sottolinea la notificazione. 
 
Un’esperienza di più di mezzo secolo di bloqueo statunitense a Cuba, potrebbe lasciare senza convincere solo i più recalcitranti elementi sull’inconsistenza di fare pressioni mediante sanzioni quando si tratta di paesi e popoli amanti della libertà, delimita. 
 
Russia costruisce ponti con l’America Latina e non muri divisori, sulla base di obiettivi comuni e sui principi di diplomazia multilaterale, difesa della sovranità nazionale, rispetto dei temi interni e del rinforzo della sicurezza nell’orbe, segnala il testo. 
 
Vediamo il crescente ruolo dell’America Latina a livello internazionale, come una piattaforma formatrice di un mondo policentrico, con una crescente partecipazione e peso nelle istituzioni globali come l’ONU, il Gruppo dei 20 o il gruppo Brics, tra gli altri. 
 
Russia mantiene con l’America latina una cooperazione nella sfera politica, un avanzamento nei nessi economici, considerando anche le alte tecnologie come l’energetica, il trasporto, le infrastrutture e la biotecnologia, conclude la cancelleria. 
 
Ig/to

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE