lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Inaspriscono critiche contro l’esclusione di Maduro dal Vertice delle Americhe

Lima, 20 feb (Prensa Latina) L’impegno governativo di escludere il presidente venezuelano Nicolas Maduro dal Ottavo Vertice delle Americhe continua oggi a ricevere critiche diplomatiche e giuridiche da varie prospettive in Perù.

Mentre il laureato in diplomazia Oswaldo de Rivero ha segnalato sostenendosi coi documenti  che è falsa la dichiarazione della ministra degli Esteri Cayetana Aljovin. La funzionaria aveva affermato che il paese ospitante aveva il potere di decidere la partecipazione o meno di un altro Stato; suddetta asseverazione è stata respinta da un quotidiano e da diversi analisti.

Il quotidiano ´La Republica,´ nel suo editoriale del giorno, mette in evidenza la dichiarazione ufficiale venezuelana chiarendo che Maduro parteciperà comunque, perché il divieto di prendere parte al Vertice manca di effetto giuridico;infatti, la presenza del mandatario venezuelano è stata sostenuta dalle critiche boliviane, cubane e uruguayane sull’esclusione del Venezuela.

Il giornale aggiunge che quelle reazioni si sono generate “quando la diplomazia peruviana, contraria alla sua tradizione storica, inasprisce la sua condotta nella questione, all’estremo di assicurare che può impedire la presenza di Maduro a Lima ed al Vertice.”

Anche il quotidiano allega che le dichiarazioni della ministra degli Esteri riafferma la mancanza degli argomenti basati sul Diritto Internazionale che giustifichino l’esclusione del Venezuela.

Da altro canto, lo storico Nelson Manrique ha spiegato che il presidente peruviano Pedro Pablo Kuczynski “non è né il proprietario né il presidente del Vertice, ma l’ospite dell’evento, e quello non implica necessariamente il diritto di porre un veto agli ospiti.”

“Non è il Vertice quello che ha deciso che Maduro non è benvenuto all’incontro; la decisione è stata presa unilateralmente da Kuczynski, per poi chiedere il sostegno del Gruppo di Lima(una minoranza di 14 paesi allineati con gli Stati Uniti)” Manrique ha sottolineato.

Lo storico aggiunge che non è vero che il gruppo, come sostenuto dalla cancelliere Aljovin, appoggia l’esclusione di Maduro, perché il gruppo ha appena manifestato che ‘rispetta’ la misura, cioè diplomaticamente diverso da sostenerla.

L’analista politico Augusto Alvarez osserva che il governo mostra imperizia dinanzi  all’annuncio di Maduro di prendere parte comunque al Vertice delle Americhe, e deplora le dichiarazioni della premier, Mercedes Araoz, nel senso di prevenire ad ogni costo l’ingresso del mandatario bolivariano.

omr/mrs

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE