lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Convocano ad una manifestazione per liberare l’ex vicepresidente ecuadoriano

Quito, 1º mar (Prensa Latina) I difensori dell’ex vice presidente ecuadoriano Jorge Glas hanno ribadito oggi nelle reti sociali la convocazione di una manifestazione nazionale per esigere la sua liberazione, considerandolo un prigioniero politico innocente delle accuse emesse contro di lui.

Tra le persone che hanno provocato un’eco sull’appello alla manifestazione nazionale, prevista per sabato 3 marzo, si trova la madre dell’ex vice capo di Stato, Norma Espinel.

Espinel ha fatto un video in cui chiede il supporto per la realizzazione della manifestazione fuori dal carcere della capitale, dove Glas compie una sentenza di sei anni di prigione da ottobre scorso, per la sua implicazione nel caso di corruzione orchestrato dall’azienda brasiliana Odebrecht.

“Vi invito a Quito alle cinque del pomeriggio del sabato 3 marzo, all’entrata del carcere nº 4,” ha affermato Espinel nel suo discorso ed ha aggiunto: “Un’altra volta faccio un appello e confermo che mio figlio è innocente, perché io so come l’ho educato.”

L’avvocato Alejandro Vanegas ha annunciato in una conferenza stampa di aver assunto la difesa nazionale ed internazionale di Glas.

“È ovvio che in Ecuador ci sia stato un golpe di Stato morbido contro Jorge Glas. Non è stato sufficiente destituirlo, l’hanno screditato nei mass media. È stato un atto abominevole!,” ha condannato.

Ha anche spiegato che la squadra della difesa baserà il ricorso d’appello presentato alla Corte Nazionale e dimostrerà al mondo che Glas è un prigioniero politico.

Allo stesso modo, ha avvertito che andranno ai tribunali internazionali per esporre il contenuto della sentenza incoerente emessa contro Glas, a sei anni di reclusione per associazione illecita nella trama di corruzione dell’azienda brasiliana Odebrecht, reato che non è mai stato provato.

Vanegas ha fatto l’annuncio ai mass media, accompagnato dalla moglie dell’ex vice dignitario, Cynthia Diaz.

Il passo successivo nella tappa procedurale recentemente avviata è che il Presidente della Sezione Penale della Corte Nazionale di Giustizia integri il Tribunale d’Appello e dica la data e l’ora per l’udienza pubblica, orale e contraddittoria.

“Gli obiettivi sono la nullità della sentenza perché contiene le violazioni del giusto processo penale e, ovviamente di seguito, la libertà di Jorge Glas. La difesa lo considera come un prigioniero politico del regime,” ha anticipato.

D’altro canto, le azioni a livello internazionale vogliono presentare argomenti agli organismi multilaterali e ad alcuni governi latinoamericani.

La sentenza di Glas è stata resa ufficiale il 15 dicembre, dopo un processo giudicato dal suo avvocato difensore Eduardo Franco Loor come truccato e pieno di irregolarità, che non ha mai provato il reato di cui è accusato.

Ig/omr/scm

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE