lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Difesa prevede operazione di guerra contro Lula per assicurare reclusione

Brasilia, 23 mar (Prensa Latina) La difesa dell'ex presidente Luiz Inacio Lula da Silva prevede un’ ''operazione di guerra, perfino con denunce nei mass media” da parte di quelli che cercano di garantire la sua reclusione. 

 
L’attacco avrebbe come proposito diminuire i voti dei ministri del Supremo Tribunale Federale (STF) a favore di Lula, che ieri hanno approvato per maggioranza l’ammissibilità dell’habeas corpus di Lula; l’attacco spera di assicurare che Lula sia carcerato e messo a tacere nel 2018, ha affermato l’analista politico Paulo Moreira Leite. 
 
Anche se è solo una decisione provvisoria, perché la sentenza di merito avrà luogo il 4 aprile prossimo, l’impatto positivo del risultato di ieri per le garanzie democratiche e la democrazia brasiliana è innegabile, con influenza sul destino di buona parte della mappa politica del 2018, ha affermato. 
 
L’editorialista del quotidiano digitale Brasil 247 ha detto, inoltre, che la votazione di 7-4 ha dimostrato “una posizione differenziata del STF in relazione a Lula”, quando si confronta con l’unanimità contro l’ex dignitario esibita sia per il Tribunale Regionale Federale della Quarta Regione (TRF-4), come per il Superiore Tribunale di Giustizia (STJ). 
 
Il processo contro Lula -ha enfatizzato – suscita critiche della comunità giuridica nazionale e straniera, inoltre, produce una strana unanimità in settori del Potere Giudiziale brasiliano. Questa unanimità evidenzia il carattere totalitario di questo Potere in questi tempi eccezionali e di autoritarismo mediatico-giudiziale, ha concluso. 
 
Ig/mpm

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE