lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Giudice Sergio Moro ostacola che 10 governatori possano visitare Lula

Brasilia, 10 apr (Prensa Latina) Il giudice federale Sergio Moro ha negato l'autorizzazione affinché 10 governatori che si trovano nella città di Curitiba possano visitare oggi l'ex presidente del Brasile, Luiz Inacio Lula da Silva. 

 
Dal suo ufficio, Moro ha indicato che l’ex dignitario potrà ricevere visite solo i mercoledì “al fine di non turbare l’adeguato funzionamento” della Sovrintendenza della Polizia Federale, dove dal passato sabato Lula ha cominciato a compiere una condanna di 12 anni ed un mese di prigione. 
 
Non è stato concesso nessun altro privilegio, ha sostenuto Moro, che ha detto che Lula sarebbe stato recluso in una sala speciale, quando ha emesso in forma improvvisa l’ordine di prigione giovedì scorso nella Sovrintendenza “in ragione della dignità dell’incarico occupato”, e separato dagli altri carcerati, senza rischio per la sua integrità morale o fisica. 
 
Tuttavia, il Diario del Centro del Mondo (DCM) ha denunciato poco prima che il fondatore del Partito dei Lavoratori (PT) si mettesse a disposizione della giustizia, che uno dei suoi giornalisti ha avuto accesso ai dettagli del luogo dove è stato carcerato Lula, che in realtà – è quasi una delle celle di isolamento. 
 
È fatta per maltrattare le persone, ha detto una fonte della polizia a DCM ed ha dettagliato che lì tutto è precario, è isolata dal resto dell’edificio ed ubicata al quarto piano, quando gli elevatori arrivano soli fino al terzo livello. 
 
L’informazione è stata corroborata dall’editorialista del quotidiano digitale Brasil 247, Paulo Moreira Leite, che ha rimarcato che dal suo arrivo a Curitiba, “Lula è stato privato dall’indispensabile convivenza con altri prigionieri, possibilmente l’elemento più importante per assicurare la sua stabilità intellettuale ed emozionale”. 
 
Ha segnalato inoltre che le celle di isolamento sono utilizzate come norma per punire delitti commessi all’interno del sistema carcerario, e che gli isolati rimangono tra 10 e 30 giorni, in base alla gravità del reato. 
 
“Il problema è che tutto ciò non ha senso nel caso di Lula, che l’hanno destinato all’isolamento prima del suo arrivo a Curitiba”, ha concluso Moreira Leite. 
 
Ig/mpm

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE