sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Società civile cubana denuncerà crociata contro Venezuela

L'Avana, 9 apr (Prensa Latina) Studenti, lavoratori, professionisti, religiosi ed altri settori della società civile cubana denunceranno nel VIII Vertice delle Americhe di Lima la crociata degli Stati Uniti e della destra internazionale contro Venezuela. 

 
Integranti della delegazione dell’isola che parteciperà a partire da domani nei forum della società civile del VIII Vertice hanno anticipato a Prensa Latina le posizioni che fisseranno nella capitale peruviana davanti ad azioni come l’esclusione del governo venezuelano della riunione emisferica, che si svolgerà il 13 ed il 14 aprile, per la parte ad alto livello. 
 
“Vogliamo essere voce di tutti quelli che soffrono e che non possono reclamare i loro diritti in questo contesto di auge del neoliberalismo e dei sistemi egemonici. Gli studenti cubani saranno come se fossero venezuelani dove ne avranno bisogno”, ha precisato ieri il presidente della Federazione Studentesca Universitaria, Raul A. Palmero, poco prima di viaggiare verso Lima. 
 
Anche la presidentessa della Brigada Josè Martì degli Istruttori di Arte, Lilian Mendoza, ha assicurato che nel forum dei giovani dell’VIII Vertice si ascolteranno le voci di quelli che condannano le aggressioni contro Venezuela. 
 
In Cuba continuiamo a scommettere sull’unità latinoamericana, per questo motivo appoggeremo Venezuela, l’imprigionato ex presidente del Brasile Luiz Inacio Lula da Silva e tutte le cause nobili del continente, ha affermato. 
 
Da parte sua, il reverendo Joel Ortega ha affermato che le campagne contro Venezuela non sono casuali, dunque “si incorniciano nel tentativo di smobilitare i popoli e di affrontare quelli che si alzano contro l’oppressione delle multinazionali ed i circoli di potere”. 
 
“Denunceremo a Lima tutto ciò, in un vertice nel quale il combattimento della corruzione è il tema centrale, ma nulla genera più corruzione che il capitalismo ed i suoi monopoli che stanno distruggendo il pianeta”, ha concluso. 
 
Ig/wmr

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE