martedì 23 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Prosegue operazione in Venezuela contro gli attacchi alla moneta nazionale

Caracas, 25 apr (Prensa Latina) Il pubblico ministero generale del Venezuela, Tarek William Saab, ha informato oggi lo scioglimento di tre case illegali di invii vincolati agli attacchi al sistema monetario nazionale, come parte dell'operazione “Manos de papel”. 

 
In una conferenza stampa offerta dalla sede del Pubblico Ministero, il titolare ha spiegato che queste case illegali funzionavano attraverso pagine web registrate all’estero, come account in Twitter ed in altre reti sociali. 
 
Queste case utilizzavano conti bancari internazionali radicati negli Stati Uniti, in Cile, in Ecuador ed in Panama, che ricevevano in contanti depositi o bonifichi, per poi fare la conversione del dollaro al bolivar (moneta locale) ad un tasso di cambio elevato ed irreale, ha spiegato Saab. 
 
Ha osservato che questi schemi alternativi di remissione di fondi sono definiti dagli organismi internazionali come un meccanismo per il riciclaggio di denaro sporco, un nuovo finanziamento di gruppi al margine della legge, per appoggiare atti contro il sistema democratico ed a favore della delinquenza organizzata. 
 
L’operazione “Manos de papel” è cominciata nella sua prima fase con la detenzione del cittadino Carlos Marron Colmenares, padrone della pagina “Dolar Pro”, registrata nello stato nordamericano della Florida, che dirigeva l’imposizione di tassi criminali al dollaro speculativo. 
 
Nella seconda fase del dispositivo di sicurezza ed intelligenza, le autorità hanno scoperto tutta la trama criminale composta da conti bancari ed aziende associate con le mafie locali nel contrabbando di estrazione della moneta attraverso la frontiera colombiana, mentre le azioni si dirigono ora a sciogliere le case illegali di invii. 
 
Il titolare del Pubblico Ministero ha indicato che delle 112 persone accusate nell’operazione di sicurezza, 107 sono già state presentate ai tribunali per delitti come diffusione di informazione falsa della tassa di cambio, ricezione indebita, legittimazione di capitali ed associazione per delinquere. 
 
Ha ricordato che fino ad oggi, le autorità hanno congelato più di 1300 conti bancari vincolati a questa vicenda criminale, ed ha informato che la Procura ha sollecitato questo mercoledì il blocco di altri 247, oltre ad emettere 40 nuovi ordini di cattura contro individui inclusi nel complotto criminale. 
 
Ig/wup 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE