lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cuba è un esempio rilevante di cooperazione sud-sud, afferma Cepal

L'Avana, 7 mag (Prensa Latina) Cuba è un esempio rilevante di quanto si può fare in favore della cooperazione sud-sud, ha affermato oggi la segretaria esecutiva della Cepal, Alicia Barcena, mentre inaugurava oggi una riunione dell’agenzia delle Nazioni Unite.

La più alta rappresentante della Commissione Economica per l’America Latina ed i Caraibi (Cepal) ha elogiato le pratiche solidali di questa nazione caraibica, le cui politiche economiche e sociali pongono l’essere umano come asse centrale, ha sottolineato.

Secondo Barcena, ci sono coincidenze molteplici tra il pensiero economico e sociale della Cepal e le opinioni difese da Cuba, dal trionfo della sua Rivoluzione nel 1959, sotto la guida del Comandante Fidel Castro.

La Rivoluzione, ha segnalato, ha intrapreso trasformazioni profonde del sistema socio-economico del paese per dare priorità al benessere della società, all’industrializzazione, alla creazione di posti di lavoro ed alla diversificazione delle esportazioni, con l’intervento attivo dello Stato.

Secondo Barcena, l’esperienza cubana dimostra la possibilità di raggiungere l’uguaglianza e la giustizia, anche in condizioni economiche con restrizioni gravi come quelle sperimentate qui, dopo l’estinzione dei legami con il campo socialista e l’ex Unione Sovietica.

Secondo l’esperta, le politiche sociali a Cuba si distinguono per i loro risultati in materia di istruzione, salute ed assistenza sociale, come parte di una visione globale di lotta contro la povertà e per l’uguaglianza multidimensionale.

La Cepal mantiene “il suo impegno a continuare ad accompagnare Cuba nel suo percorso sovrano verso lo sviluppo”, ha riassunto la funzionaria, all’inizio della Giornata Nazionale associata alla celebrazione della XXXVII sessione dell’organizzazione.

Barcena ha anche sottolineato il sostegno all’isola nella sua lotta contro il bloqueo economico, finanziario e commerciale imposto dagli Stati Uniti, che ha definito ingiusto, restrittivo e respinto da quasi tutti i membri dell’Organizzazione delle Nazioni Unite.

Per la parte cubana, il titolare del Commercio Estero e degli Investimenti Stranieri (Mincex), Rodrigo Malmierca ha ringraziato per la collaborazione della Cepal e la coincidenza di approcci per quanto riguarda la natura integrale di sviluppo per raggiungere la sostenibilità economica, sociale ed ambientale.

Gli incontri di lunedì mattina sono stati dedicati all’analisi del contributo della Cepal al pensiero economico e sociale della regione ed all’attuazione qui dell’Agenda 2030 dello sviluppo sostenibile.

Per la seconda volta, Cuba ospita un incontro di questa natura. Il primo è stato nel 1949 in occasione della seconda sessione ordinaria della Cepal, ha ricordato lo specialista.

Questa designazione è stata ottenuta per acclamazione da parte di tutti gli Stati membri dell’organizzazione alla conclusione dei lavori della trentaseiesima sessione, tenutasi nella capitale messicana nel 2016.

Con sede nel Palazzo delle Convenzioni de L’Avana, l’evento si concluderà venerdì.

Ig/omr/mjm

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE