domenica 21 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

USA, lunghe permanenze per i minori nei centri di confine

Washington, 5 giu (Prensa Latina) Gli agenti di frontiera e gli assistenti sociali non hanno spazio per ospitare i bambini separati al confine dai loro genitori, a seguito della politica "tolleranza zero" dell'amministrazione statunitense, ha denunciato oggi l’emittente NBC News.

Fino a domenica, circa 300 dei 550 bambini detenuti nelle stazioni di confine avevano trascorso nei centri più di 72 ore, il tempo massimo di permanenza, per gli immigrati di qualsiasi età, in strutture governative temporanee, ha informato l’emittente televisiva.

Stando alla NBC, che ha citato due funzionari e documentazione sulla vicenda, quasi la metà dei 300 minori ha meno di 12 anni, classificati, pertanto, dal Dipartimento di Sicurezza Nazionale come “bambini piccoli”.

Le stazioni, gestite dalla Polizia di Frontiera e che rappresentano solo la prima tappa per i minori detenuti al confine meridionale, spesso non dispongono di letti adeguati o dormitori separati per minori.

Greg Chen, direttore delle relazioni governative dell’Associazione Americana degli Avvocati d’Immigrazione, ha dichiarato che sarebbe molto inappropriato, ed anche poco sicuro, tenere i bambini per lunghi periodi in questi luoghi, perché spesso non dispongono di adeguate risorse mediche e alimentari.

Secondo le notizie, l’eccesso di permanenza presso le stazioni di confine è causa dei ritardi del Dipartimento di Salute e Servizi Umani (HHS), l’agenzia responsabile di accogliere bambini immigrati ed affidarli a parenti o genitori adottivi negli Stati Uniti .

Un portavoce ha informato che l’Agenzia per i Minori e le Famiglie dell’HHS ha 11.200 minori non accompagnati in custodia e che occorrono, in media, 45 giorni per l’affidamento di un bambino.

Lo scorso mese, l’amministrazione di Donald Trump ha iniziato una politica di “tolleranza zero” sul confine meridionale, destinata a ricercare qualsiasi adulto entrato illegalmente nel paese, per porre fine all’aumento di immigrati clandestini che attraversano il confine.

I genitori che viaggiano con minori sono separati dai loro figli e sono sottoposti a processo, ha ricordato la NBC.
Sempre secondo l’emittente televisiva, i due funzionari consultati sulla questione hanno riferito che non erano state fornite all’HHS le adeguate informazioni circa la nuova politica e pertanto la stessa non era preparata a gestire l’afflusso di minori.

mb/mar

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE