mercoledì 17 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Siria denuncia all’ONU i nuovi bombardamenti degli USA contro civili

Damasco, 5 giu (Prensa Latina) La cancelleria siriana ha denunciato oggi all'ONU che la Coalizione Internazionale, diretta dagli Stati Uniti, ha realizzato bombardamenti sistematici contro popolazioni civili nelle province settentrionali di Hasaka, Raqqa e Deir el-Zor. 

 
In una lettera diretta alle Nazioni Unite, con copia al suo Consiglio di Sicurezza, il ministero degli Affari Esteri e degli Espatriati ha denunciato che gli attacchi statunitensi sono stati una risposta al rifiuto dei civili di sommarsi alle milizie separatiste che collaborano con Washington. 
 
Dopo considerare che con le sue azioni violente la chiamata Coalizione Internazionale commette crimini di guerra e di lesa umanità contro il popolo siriano, ha segnalato che questa alleanza, con presenza illegale in Siria, appoggia i gruppi terroristici. 
 
La cancelleria di questo paese arabo ha indicato che la Coalizione di forze straniere persegue, tra i suoi obiettivi, distruggere la sovranità nazionale e prolungare la crisi in questo stato del Medio Oriente, sommerso in una guerra cruenta dal marzo del 2011. 
 
Nel documento, il governo siriano ha esatto una volta di più al Consiglio di Sicurezza che freni i massacri commessi dalle forze nordamericane contro la popolazione civile e propizi la ritirata dal suolo siriano delle truppe occupanti dell’alleanza occidentale. 
 
La reazione del governo siriano si è prodotta dopo che oggi attivisti sociali hanno denunciato che attacchi della Coalizione contro il villaggio di Yazaa, nel sud della provincia settentrionale di al-Hasaka, hanno lasciato 10 civili morti e decine di feriti. 
 
D’accordo con le fonti, la maggior parte delle vittime per gli indiscriminati bombardamenti dell’aviazione statunitense sono donne e bambini. 
 
Ig/obf

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE